Lavoro, Fornero al congresso dell’Ugl: “La riforma per contrastare la precarietà, ma si parla solo di articolo 18” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Lavoro, Fornero al congresso dell’Ugl: “La riforma per contrastare la precarietà, ma si parla solo di articolo 18”

Il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, interviene al terzo congresso dell’Ugl e difende l’impianto della riforma del mercato del lavoro. Un intervento che, lamenta, non è solo articolo 18 per quanto la dialettica di questi giorni possa far credere diversamente. Il ministro mostra alla platea un settimanale che pubblica un sondaggio sull’articolo 18. La maggior parte degli italiani, soprattutto quelli di centrosinistra, sono contrari alle misure che il governo intende adottare in materia. “Fornero bocciata dagli italiani”, scrive il giornale.
“Ma questa – chiosa Fornero – non è la riforma, è una piccola parte che si tiene in piedi con tutto il resto. La riforma riguarda il contrasto alla precarietà dei giovani. È stato chiesto agli italiani cosa pensano della riforma degli ammortizzatori sociali? Abbiamo introdotto l’Aspi, un assegno universale che coinvolga i lavoratori più giovani e vogliamo incentivare politiche che rendano un persona senza lavoro ‘occupabile’, si chiamano politiche attive per l’impiego. Vogliamo inoltre contrastare le dimissioni in bianco e garantire maggiori tutele alle donne. Questo è l’80% della riforma, ma è statao sommerso dall’articolo 18. La nostra proposta – ha spiegato a tale proposito il ministro – è ridurre un pochino la blindatura sul lavoro dipendente subordinato per aumentare l’attrattività degli investimenti nel nostro Paese. Serve meno burocrazia, minori vincoli: solo in questo modo si può fare impresa in maniera più dinamica. La riforma non è contro i lavoratori, ma è per i lavoratori. Vorremmo rendere la flessibilità in uscita appena un po’ più facile, l’idea è di rompere il dualismo, tenere insieme un mercato del lavoro che sia dinamico e inclusivo. Il problema del nostro Paese è la mancanza di crescita”.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, finisce il lockdown a Melbourne. E’ stato il più lungo al mondo

Finisce il lockdown a Melbourne. E’ stato il più lungo al mondo dall’inizio della pandemia di coronavirus. Infatti, la città ha trascorso 262 giorni in…

21 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Visco: “La ripresa è dipendente dal sostegno pubblico”

“Il quadro di ripresa economica, che vede quest’anno una crescita superiore al previsto attorno al 6% e un debito/Pil in riduzione, è uno scenario che…

21 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Giornata del Risparmio, Mattarella: “Il risparmio delle famiglie contribuirà alla ripartenza”

La giornata del Risparmio è caratterizzata, quest’anno da una ripresa dei ritmi produttivi e dei consumi delle famiglie, alle quali è associata una ripresa degli…

21 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a 82,24 dollari al barile e Brent a 85,46 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 83,24 dollari al barile mentre il Brent a 85,46 dollari.…

21 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia