La classe dirigente in Italia: l’indagine dell’Eurispes | T-Mag | il magazine di Tecnè

La classe dirigente in Italia: l’indagine dell’Eurispes

Varia ed eterogenea, buona parte però della classe dirigente italiana è per circa un quarto proveniente dal mondo dalla politica. È quanto sostiene una ricerca condotta dall’Eurispes che, analizzando i dati riguardanti 5.560 soggetti riconosciuti come quelli che nel nostro Paese “contano”, ha riscontrato che il 24,6% del campione proviene dalla politica.
Al secondo posto, troviamo la cultura con il 22,4%. Mentre sul gradino più basso del podio, il settore economico, dove è impegnato il 19,2% della nostra classe dirigente.
La ricerca condotta dall’Eurispes ha esaminato successivamente anche la suddivisione per genere. Le donne, ha rilevato l’istituto di ricerca, trovano come canali principali per affermarsi e conseguire il successo la politica (29,5% contro il 23,8%d degli uomini) ed il mondo artistico e dello spettacolo (20,8% contro 9,8%).
Meno spazio, invece, riescono ad ottenere nel settore economico (20,7% degli uomini contro 10,7% delle donne) e della cultura (23,3%, contro il 17% delle donne).
Ma il dato che più potrebbe sorprendere è un altro: gli uomini, secondo le rilevazioni Eurispes, sono in proporzione meno rappresentati rispetto alle donne tra “coloro che contano” nel mondo dello sport, con un 4,7% contro ad un 8,5% tutto al femminile.
Ma lo sport è anche il settore dove per un giovane è più facile emergere. In quest’ultimo ambito, infatti, sono i più giovani, quelli fino ai 35 anni, ad aver raggiunto il successo (71%).
Mentre per gli under 35 è più complicato affermarsi in politica, solo il 13,5% vi è riuscito, e nel mondo dello spettacolo e dell’arte (9,7%).
Infine, l’Eurispes ha preso in considerazione le singole professioni e, stando alle rilevazioni ottenute, emerge che oltre un quinto (21,7%) degli oltre 5.500 soggetti presi in esame ha intrapreso la carriera politica. Al secondo posto, troviamo i professori (più in generale, gli intellettuali, 18,5%), seguiti dai manager o dirigenti d’azienda (14,7%).
Discorso in parte simile per le donne: il 28,4% del “gentil sesso” infatti ha intrapreso la carriera politica.
Al secondo posto, invece, si posiziona la professione di attrice (10,6%), al terzo quella di professoressa (9,6%), al quarto quella di sportiva (8,5%) ed al quinto quella di manager o dirigente d’azienda (8,3%).

 

Scrivi una replica

News

Pnrr, Meloni: «Alla sinistra rispondiamo con i fatti»

«Ai catastrofismi di sinistra abbiamo risposto con fatti e risultati». Il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, commenta così la valutazione di medio termine sul Pnrr,…

22 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Tajani: «Non siamo in guerra con Mosca, ma non deve vincere»

«Noi lavoriamo per la pace e impedire che ci sia una vittoria della Russia, noi vogliamo una pace giusta che significa il rispetto del diritto…

22 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Caso Assange, attesa per la decisione dei giudici su estradizione

C’è da attendere ancora un po’ prima di conoscere la decisione dei giudici sulla richiesta di estradizione dal Regno Unito agli Usa del cofondatore di…

22 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Guerra a Gaza, Hamas: «Presto possibili progressi nei negoziati»

Progressi nei negoziati sul cessate il fuoco e la liberazione degli ostaggi potrebbero esserci presto. A sostenerlo è stato Musa Abu Marzouk, numero due dell’ufficio…

22 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia