Gli italiani preferiscono internet e la tv | T-Mag | il magazine di Tecnè

Gli italiani preferiscono internet e la tv

tv pcAncora una volta, nonostante un sempre più facile utilizzo del web grazie al mobile, è la televisione il mezzo mediatico preferito dagli italiani per la fruizione delle informazioni. Secondo il Rapporto sull’Italia dell’Eurobarometro l’84% degli italiani guarda la televisione quotidianamente con gli apparecchi tv tradizionali a cui si aggiunge un 4% che segue i programmi online.
Relativamente bassa la percentuale di italiani che leggono il giornale tradizionale, 24%, contro il 37% della media europea.
Si attesta a 33 la percentuale di quanti in Italia ascoltano quotidianamente programmi radiofonici, mentre in Europa la media si attesta al 53%.
In confronto alle media europea risulta allarmante anche la fetta che riguarda quanti ammettono di essere poco informati sull’attualità europea: in Italia è il 74% contro il 68% della media Ue. Un dato in aumento rispetto al 2010, quando il livello si attestava al 66%.
Il 9% degli italiani afferma di non interessarsi minimamente all’attualità mentre più del doppio, il 20%, ammette di non interessarsi affatto alla politica europea. La colpa della scarsa conoscenza dei temi Ue non sembra però essere della televisione, almeno secondo il 52% degli intervistati, i quali ritengono che queste tematiche siano abbastanza coperte dalla tv. Al contrario, c’è un 34% che afferma che la tematica non sia affrontata in modo sufficiente mentre il 7% pensa che se ne parli addirittura troppo. Con il crescere della Rete, di conseguenza, cresce il numero di social media e il loro utilizzo. Oltre la metà degli italiani, il 51%, ritiene le reti sociali un modo innovativo per aggiornarsi sulla vita politica contro il 24% degli intervistati che si mostra invece scettico a riguardo. Basta pensare che il 25% degli intervistati accede quotidianamente alle reti sociali come Facebook o Twitter, percentuale più alta rispetto al 2010 quando si attestava al 15%.
Il 51% del campione ritiene i social media un mezzo per partecipare attivamente alla vita pubblica, e non solo per informarsi, mentre non la pensa così il 24% degli italiani. Nonostante un utilizzo sempre più diffuso, il 34% non rietiene di potersi fidare a pieno delle informazioni riguardanti la politica che circolano sui social network.

 

Scrivi una replica

News

Ita Airways, Lufthansa comprerà il 40% delle quote per 300milioni di euro

Lufthansa comprerà il 40% delle quote di Ita Airways per un esborso che si aggira intorno ai 300milioni di euro. Lo si apprende da fonti…

2 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Carburanti, prezzi in lieve calo

Prezzi medi dei carburanti in lieve calo. Lo rende noto Quotidiano energia che sottolinea come il prezzo medio praticato della benzina in modalità self è…

2 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gas a 57 euro al Mwh

All’avvio dei mercati di Amsterdam il prezzo del gas si è attestato a 57 euro al megawattora.…

2 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a 76,85 dollari al barile mentre il Brent a 83,21 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 76,85 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 83,21 dollari…

2 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia