In Ventotto a partire da luglio | T-Mag | il magazine di Tecnè

In Ventotto a partire da luglio

commissione_europeaTra gli strascichi della crisi economica, è emersa negli ultimi tempi una certa diffidenza rivolta all’Unione europea. Le politiche economiche eccessivamente rigoriste imposte da Bruxelles (sotto l’egida franco-tedesca ai tempi del Merkozy) hanno di fatto allargato la forbice tra nord e sud d’Europa, creato i presupposti per una Unione a due velocità e ampliato le disuguaglianze. Le difficoltà in Grecia e a Cipro, in Portogallo e in Irlanda, in Italia e in Spagna sono cronaca degli ultimi mesi. Eppure, nonostante l’attuale contesto, c’è ancora la percezione che aderire all’Unione europea rappresenti a tutt’oggi un vantaggio. A partire dal primo luglio la Croazia entrerà a far parte del club, al termine di un processo durato dieci anni (è dal 2003, infatti, che Zagabria detiene lo status di Paese candidato all’adesione).
L’ingresso nell’Europa unita non è cosa semplice: è previsto un iter particolare volto soprattutto a fornire ai futuri partner determinate garanzie quali lo sviluppo e il mantenimento del modello democratico, del libero mercato e la capacità di assimilare il diritto dell’Unione europea. Nel dicembre 2011 fu firmato il Trattato di Bruxelles tra Zagabria e i Ventisette. Successivamente, a gennaio del 2012, passò in Croazia il referendum sull’adesione con il 67,7% dei consensi. Un mese prima anche il Parlamento europeo si era espresso a favore del nuovo ingresso nell’Unione, invitando il governo croato ad affrontare le sfide nel campo della riforma giudiziaria e della lotta contro la corruzione e la criminalità organizzata. Dunque la notizia martedì: l’ultimo Report di monitoraggio della Commissione europea ha dato esito positivo e la Croazia si appresta a far parte della famiglia.
All’appello mancano ancora cinque Stati membri per la ratifica del Trattato. In particolare la Germania attendeva il giudizio del Report, la Slovenia la soluzione di una disputa bancaria risolta nelle scorse settimane. Dopodiché, a partire da luglio, saremo in Ventotto.

 

Scrivi una replica

News

Ucraina, Zelensky: «La Russia deve essere riconosciuta come uno stato sponsor del terrorismo»

«La Russia deve essere riconosciuta come uno stato sponsor del terrorismo. Il mondo può e quindi deve fermare il terrore russo». Lo ha scritto su…

28 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Draghi: «Ci ritroviamo con una Ue più unita, una NATO più unita»

«Gli effetti di questa guerra sono imprevedibili, ci ritroviamo con una Ue più unita, una NATO più unita e probabilmente più grande: i Paesi cercano…

28 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Vladimir Putin non sarà presente al prossimo G20»

«Vladimir Putin non sarà presente al prossimo G20». Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, esclude la presenza del leader del Cremlino, al prossimo G20…

28 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Siccità, Curcio: «Stato d’emergenza, dopo che saranno decise le misure»

«Lo stato di emergenza» a causa della siccità «è un atto del governo e si farà quando avremo le idee chiare sulle misure» da applicare.…

28 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia