Siria, Assad: “Pena di morte per chi uccide un ostaggio” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Siria, Assad: “Pena di morte per chi uccide un ostaggio”

Il presidente siriano Bashar al Assad ha stabilito per decreto un inasprimento delle pene per i reati legati al sequestro di persona. A riferirlo sono stati alcuni media vicini al regime di Damasco. La decisione è stata presa all’indomani del rapimento di nove alawiti che dal Libano stavano rientrando in Siria attraverso il valico di frontiera di Wali Khaled. Secondo il decreto promosso dal presidente siriano, chi verrà giudicato responsabile di aver rapito ed infierito sull’ostaggio, uccidendolo, stuprandolo o provocandogli invalidità permanenti, verrà condannato a morte. Mentre verrà condannato all’ergastolo e i lavori forzati, chi verrà giudicato colpevole del reato di sequestro di persona.

 

Scrivi una replica

News

Eurozona, la BCE ha lasciato invariati i tassi di interesse

La BCE, la Banca centrale europea, ha lasciato invariati i tassi di interesse. I tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di…

21 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Ue: «I ritardi sulle consegne dei vaccini Pfizer-BioNTech assorbiti entro metà febbraio»

«Questa settimana ci sono stati ritardi sulla consegna delle dosi di vaccini» Pfizer-BioNTech «per tutti gli Stati membri, ma saranno assorbiti entro metà febbraio». Lo ha…

21 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gran Bretagna, 2mila evacuati a Manchester per la tempesta Christoph

A causa della tempesta Christoph, circa 2mila abitazioni sono state evacuate nell’area di Manchester. La tempesta ha causato allagamenti in varie parti del Paese.…

21 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Biden: «Le nostre sfide sono il vaccino, l’economia e il razzismo»

«La distribuzione e la somministrazione del vaccino contro il Covid sono la maggiore sfida logistica americana, insieme al salvataggio l’economia». Lo ha detto il presidente…

21 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia