Il fanalino di coda nella spesa per scuola e cultura | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il fanalino di coda nella spesa per scuola e cultura

scuola_sicurezza_01L’Italia è fanalino di coda in Europa per quanto riguarda la percentuale di spesa pubblica destinata alla cultura. L’Italia impiega l’1,1% delle risorse quando la media dell’Ue a 27 si attesta al 2,2%. La Germania destina l’1,8%, la Francia il 2,5% e il Regno Unito il 2,1%. Il nostro Paese, inoltre, è al penultimo posto (all’ultimo c’è la Grecia) per la spesa prevista per l’istruzione (8,5% contro il 10,9% dell’Ue). I dati sono stati resi noti dall’Eurostat, l’istituto di statistica dell’Unione europea.
In partica, la spesa pubblica in Italia viene soprattutto destinata ai servizi pubblici generali (che hanno un impatto sul debito pubblico): il 17,3% contro il 13,5% della media europea. Maggiore la spesa per protezione sociale in Italia che raggiunge il 41% della spesa pubblica complessiva. Tuttavia, tale forma di protezione sociale è prevista in particolare per le pensioni. Chi perde il lavoro, ad esempio, vede destinarsi minori risorse. E lo stesso vale per la casa e l’esclusione sociale.
Per quanto concerne la difesa, l’Italia spende il 3% (in questo caso siamo in linea con l’Ue). Il 4% della spesa pubblica, invece, è dedicato all’ordine pubblico (3,9% la media europea). Per la sanità pubblica la percentuale arriva al 14,7% (14,9% la media europea). Dunque, tra sanità e protezione sociale, si arriva al 55% del totale della spesa pubblica. Quest’ultima, complessivamente, nel 2011 è risultata pari al 49,1% del Pil. Tra il 2010 e il 2011 la spesa è diminuita un po’ in tutti i capitoli, tranne che per i servizi pubblici generali cresciuti di molto a causa del peso degli interessi.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, in Italia nelle ultime 24 ore registrati 1.912 nuovi casi

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1.912 casi positivi, il numero giornaliero più alto dalla fine del lockdown. Lo ha reso noto il ministero…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Prometeia prevede un calo del 9,6% per il Pil italiano nel 2020

Il centro studi Prometeia ha aggiornato le stime sull’economia italiana nel 2020 e nel 2021, indicando un calo del PIL del 9,6% quest’anno e una…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, attacco presso l’ex sede di Charlie Hebdo: quattro persone ferite

Un attacco a Parigi nella tarda mattinata di oggi, nei pressi dell’ex sede di Charlie Hebdo, che nel gennaio 2015 fu teatro della strage compiuta…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Fratelli d’Italia, Raffaele Fitto positivo al coronavirus

Il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Puglia ha annunciato su Facebook di essere risultato positivo al tampone per il coronavirus. Positiva anche la…

25 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia