Al via il Green Movie Film Fest di Roma | T-Mag | il magazine di Tecnè

Al via il Green Movie Film Fest di Roma

di Andrea Ferraretto

luigi lo cascioPer due giorni, il 14 e il 15 settembre, torna l’appuntamento con il cinema che racconta di ambiente: ambiente rubato e ambiente riconquistato, come spazio fisico ma anche spirituale, una chiave di lettura che caratterizza con forza il Green Movie Film Fest (www.greenmoviefilmfest.org).
Giunto alla seconda edizione il GMFF è un appuntamento molto interessante perché consente di accendere i riflettori sui temi dell’ecologia e delle innumerevoli crisi ambientali che caratterizzano il periodo storico che stiamo vivendo. La rassegna, che si svolge presso la Casa del Cinema a Roma, presenta, tra le pellicole selezionate, molte opere italiane e di fiction a conferma di una sempre maggiore attenzione dei nostri registi ai problemi della sostenibilità ambientale, argomenti che, quotidianamente, sono presenti sulle pagine di cronaca e di attualità politica. Film che narrano storie di persone e di popoli, che lottano in difesa del proprio ambiente e della propria comunità; film che descrivono la pressione sulle risorse naturali e lo sfruttamento incontrollato del territorio.
Apre il Film Fest il film diretto da Gus Van Sant “Promised Land” con Matt Damon e Frances McDormand. Una denuncia coraggiosa contro la sempre più diffusa tecnica della fratturazione idraulica o fracking per l’estrazione del gas dal sottosuolo. La programmazione prosegue con due documentari, in collaborazione con il Festival Recicla di Madrid: “Yasuni, el buen vivir” (Premio Editores sociales audiovisuales 2013 di Granada) per la regia di Arturo Hortás e “El gigante” diretto da Bruno Federico, Andrea Ciacci e Consuelo Navarro. Due storie “in parallelo” di lotta contro le multinazionali per la difesa del territorio rispettivamente nella riserva di Yasunì nell’Amazzonia Ecuadoriana e in Colombia. A chiudere la prima giornata il pluripremiato debutto alla regia di Luigi Lo Cascio: “La città ideale” (Premio Vittorio De Sica per la miglior opera prima, Premio della critica ai Rencontres du Cinéma Italien de Toulouse e Premio Arca Cinema Giovani per il miglior film italiano alla Biennale di Venezia 2012).
Il 15 settembre “A few brave people” diretto da Rüya Arzu Köksal , film, la cui realizzazione ha richiesto tre anni di riprese. La cronaca della straordinaria lotta della gente della regione del Mar Nero, in Turchia, per proteggere i fiumi e gli habitat naturali dal piano governativo che prevede la costruzione di decine di centrali idroelettriche in quelle valli e la cessione a privati dello sfruttamento delle risorse idriche.
Sui giornali siamo ormai abituati a leggere articoli su land grab, profughi ambientali, guerre e tensioni originate dall’uso indiscriminato di risorse che, per loro natura, sono spesso esauribili e non riproducibili: ma vederle descritte in film e documentari significa molto, per la capacità di produrre emozioni e riaccendere una consapevolezza civile che richiede, sempre più, la condivisione su scelte capaci di invertire il paradigma della crescita senza limite.
Promosso da Pentapolis, un’associazione non profit di persone e imprese, pubbliche e private, che è impegnata per la diffusione della responsabilità sociale e dello sviluppo sostenibile, il GMFF “nasce per sensibilizzare il largo pubblico – afferma il presidente Massimiliano Pontillo – sui temi ambientali e per coinvolgere l’intera filiera tra filmaker, produttori e distributori, in pratiche a impatto zero. In tal senso, stiamo attivando accordi programmatici con i maggiori player del settore. Il cinema può avere un ruolo importante nei cambiamenti socio-culturali, contribuendo alla salvaguardia del Pianeta”.

 

Scrivi una replica

News

Gaza, 53 morti per raid israeliani

Si continua ad aggravare il bilancio dei palestinesi rimasti uccisi a Gaza dopo i ripetuti attacchi israeliani, che hanno provocato fin qui 53 morti. Tra…

12 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Commissione Ue: “Nel 2021 salirà ancora il debito pubblico italiano, ma calerà nel 2022”

Il debito pubblico italiano continua a salire nel 2021 “a causa del protrarsi del sostegno pubblico all’economia, ma poi comincerà a scendere dal 2022. Lo ha…

12 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Commissione Ue: “Pil Italia in rialzo nel 2021 del 4,2%”

“Le vaccinazioni e l’allentamento delle restrizioni stanno aprendo la strada alla forte ripresa dell’economia italiana nella seconda metà del 2021. Gli investimenti sostenuti dall’Ue dovrebbero portare…

12 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gaza, razzo anticarro palestinese centra veicolo israeliano

Un razzo anticarro sparato da Gaza ha centrato un veicolo israeliano che si trovava nei pressi della linea di demarcazione. Lo ha reso noto il…

12 Mag 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia