I padri dedicano ai figli solo 38 minuti al giorno | T-Mag | il magazine di Tecnè

I padri dedicano ai figli solo 38 minuti al giorno

di Matteo Buttaroni

figli_papaSono solamente 38 i minuti che, in media, i padri riescono a dedicare giornalmente ai propri figli. Un tempo ristrettissimo se si pensa che le madri riescono a dedicare addirittura quattro ore e 45 minuti. E’ quanto emerge da una ricerca condotta dal Social Issues Research Centre di Oxford, nel Regno Unito, e ripresa dal mensile Focus. Il centro di ricerche inglese, specializzato in analisi dei trend sociali, spiega che anche in questo caso l’Italia si posiziona dietro a molti dei Paesi europei: in Spagna e in Germania, per esempio, i papà dedicano ai propri figli circa 42 minuti al giorno, in Svezia 64 e in Grecia addirittura 120.
Tuttavia, rispetto alle scorse rilevazioni, qualche cambiamento si comincia a notare. L’87% delle mogli e delle compagne intervistate dal Sirc nota infatti sviluppi in questo senso. Il 37% trova i propri mariti, o i propri compagni, un leggermente più coinvolti nella gestione dei figli; mentre il 50% li trova molto più coinvolti rispetto a tempo fa. Solo l’8% delle partner dichiara di non aver notato cambiamenti rispetto al passato.
L’aumento del coinvolgimento dei padri non è però un comportamento notato solo dall’Istituto britannico. L’Istat infatti ha rilevato un aumento del 5%, rispetto a 15 anni fa, del numero di bambini che passano il tempo con i propri padri svolgendo attività ludiche.
Diversi sono invece i tipi di attività svolte tra padre e figlio/a e madre e figlio/a. Il 44,8% dei bambini dichiara che con il padre trascorre il tempo svolgendo giochi di movimento mentre il 25,7% giocando con i videogiochi. Completamente diverse le attività che fanno i figli con le mamme: il 72% dichiara che quando trascorre del tempo con la propria mamma disegna, il 25% fa giochi di ruolo e il 55% dichiara invece di svolgere giochi di attività domestiche.
Secondo il Rapporto Giovani dell’Istituto Giuseppe Toniolo, la mamma oltre a passare più tempo con i figli, è anche la loro principale figura di riferimento. “Se si chiede – si legge nel rapporto – alle nuove generazioni chi sia a ricoprire questo ruolo nella propria vita, la figura, cioè, con cui si confrontano più frequentemente per parlare di sé, per il 33% è la mamma (percentuale che sale al 38% tra le donne e i giovanissimi tra i 18 e i 20 anni). Il 14% risponde il partner, mentre il papà si ferma al 9%”.
Entrando nel dettaglio è possibile notare la differenza di genere: per il 38% delle figli rimane la mamma in cima alla classifica. Per i figli maschi invece il ruolo materno viene battuto per un punto percentuale da un amico, il 28% contro il 27%.
Secondo il 42% dei figli la mamma è disinteressata e pensa solo al bene dei figli entrambe, mentre il 30% ritiene il padre una persona autorevole.

segui @MatteoButtaroni

 

Scrivi una replica

News

Calcio, Ibrahimovic è risultato positivo al coronavirus

Zlatan Ibrahimovic, calciatore del Milan, è risultato positivo al coronavirus. Lo ha reso noto la società rossonera, aggiungendo che il giocatore si trova adesso in…

24 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Mattarella a Johnson: «Anche noi italiani amiamo la libertà, ma abbiamo a cuore anche la serietà»

«Anche noi italiani amiamo la libertà, ma abbiamo a cuore anche la serietà». Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Sassari, a margine della…

24 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, nel mondo quasi 32 milioni di persone contagiate

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 31.896.433 A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

24 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Ue: «In alcuni Paesi membri la situazione è peggiore rispetto al picco di marzo»

In alcuni Paesi membri dell’Unione europea «la situazione Covid è anche peggiore del picco di marzo». Lo ha detto la commissaria europea alla Salute, Stella…

24 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia