Riforme, Renzi: “Mille giorni per cambiare l’Italia e l’Ue” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Riforme, Renzi: “Mille giorni per cambiare l’Italia e l’Ue”

“Da un lato rendere l’Europa più vicina ai sogni e alle istanze cittadini, dall’altro lato mostrare che l’Italia può cambiare se stessa”. Ad esserne convinto è il presidente del Consiglio Matteo Renzi, intervenuto nel corso della conferenza stampa a margine dell’incontro a Villa Madama con il presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso.
“Siamo attesi – ha osservato il premier – a cambiamenti profondi nelle prossime settimane per dare più semplicità all’Italia: se l’Italia diventa più semplice diventa più forte, verità banale ma sacrosanta. E mi piace pensare che questo percorso andrà avanti insieme”.
L’Italia “vivrà in questo semestre un momento molto importante e significativo quale la presentazione del progetto ufficiale di riforme dei mille giorni che partirà il 1 settembre 2014 e terminerà il 28 maggio 2017. Mille giorni – ha proseguito il primo ministro – in cui il percorso di riforme del sistema fiscale, giudiziario, della P.A., della Costituzione, della legge elettorale, dell’Italia intesa come macchina amministratviva vedrà un grande restyiling complessivo, in cui l’Italia potrà fare su di sé un percorso di riforme che è quello di cui gli italiani sentono l’esigenza e la necessità e che più volte è stato sollecitato dalle raccomandazioni della Commissione”.

 

Scrivi una replica

News

Recovery Fund, Conte: «Dobbiamo essere più ambiziosi»

«Dobbiamo essere più ambiziosi. Le risorse del Recovery Fund ci consentiranno di reinventare una nuova normalità, e in questa condizione la sostenibilità ambientale e il…

22 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo, Di Maio: «Nostro dovere mantenere la parola sulle riforme»

«Il nostro dovere è dimostrare di mantenere la parola e non solo con il taglio dei parlamentari ma con una legge elettorale che ci eviti…

22 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conti pubblici, Istat: «Nel 2019 rapporto deficit-Pil all’1,6%»

«L’indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil è pari nel 2019 a -1,6% (-2,2% nel 2018)». Lo ha reso noto l’ISTAT, l’Istituto nazionale…

22 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Ue: «Siamo delusi e preoccupati»

«Siamo molto delusi e preoccupati. Per favore amici di Londra basta giocare, il tempo sta per scadere e abbiamo bisogno di una base realistica su…

22 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia