Nel primo semestre rapporto tra deficit e Pil al 3,8% | T-Mag | il magazine di Tecnè

Nel primo semestre rapporto tra deficit e Pil al 3,8%

crisi economicaNel secondo trimestre 2014 l’indebitamento netto delle Amministrazioni Pubbliche (AP) in rapporto al Pil (dati grezzi) è stato pari all’1,1%, superiore di 0,4 punti percentuali rispetto a quello misurato nel corrispondente trimestre del 2013.
Nei primi due trimestri del 2014 si è registrato un rapporto tra indebitamento netto e Pil pari al 3,8%, con un peggioramento di 0,3 punti percentuali rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente.
Nel secondo trimestre 2014 il saldo primario (indebitamento al netto degli interessi passivi) è risultato positivo, con un’incidenza sul Pil del 4,3%, inferiore di 0,3 punti percentuali rispetto a quella del secondo trimestre del 2013.
Il saldo corrente è stato anch’esso positivo, con un’incidenza sul Pil del 2,4% (2,3% nel secondo trimestre del 2013).
Nel secondo trimestre 2014, le uscite totali sono aumentate, in termini tendenziali, dello 0,5%; la loro incidenza rispetto al Pil è del 49,3% (48,9% nel corrispondente trimestre dell’anno precedente). Le uscite correnti sono aumentate dello 0,4% (+0,3% al netto della spesa per interessi), mentre quelle in conto capitale sono aumentate dell’1,6%.
Nei primi due trimestri del 2014 le uscite totali sono risultate pari al 49,0% del Pil (49,4% nel corrispondente periodo del 2013).
Le entrate totali sono diminuite, in termini tendenziali, dello 0,3% nel secondo trimestre del 2014; la loro incidenza sul Pil è stata del 48,2%, invariata rispetto al corrispondente trimestre del 2013. La pressione fiscale è stata pari nel secondo trimestre al 43,2%, superiore di 0,1 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Nei primi due trimestri del 2014, le entrate totali sono diminuite dell’1,1% in termini tendenziali, con un’incidenza sul Pil del 45,2% (45,8% nel corrispondente periodo del 2013).

L’andamento dei saldi di finanza pubblica
Nel secondo trimestre del 2014 l’indebitamento netto delle AP in rapporto al Pil è stato pari all’1,1%, a fronte dello 0,7% nel corrispondente trimestre del 2013).
Complessivamente, nei primi due trimestri del 2014 si è registrato un indebitamento netto pari al 3,8% del Pil (3,5% nel corrispondente periodo dell’anno precedente).
Il saldo primario (indebitamento al netto degli interessi passivi), nel secondo trimestre 2014, è risultato positivo per 17.433 milioni di euro (18.739 milioni di euro nel corrispondente trimestre del 2013). Nei primi sei mesi del 2014, in termini di incidenza sul Pil, il saldo primario è stato positivo e pari all’1,0% del Pil (1,4% nello stesso periodo del 2013).
Nel secondo trimestre 2014 il saldo corrente (risparmio) è risultato positivo per 9.714 milioni di euro, in miglioramento di 456 milioni rispetto al corrispondente trimestre dell’anno precedente. L’incidenza sul Pil è stata del 2,4%, a fronte dello 2,3% nel secondo trimestre del 2013. Complessivamente, nei primi due trimestri del 2014 il saldo corrente in rapporto al Pil è stato pari a -0,7% (-0,4% nel corrispondente periodo del 2013).

Entrate e uscite
Nel secondo trimestre 2014 le uscite totali sono aumentate dello 0,5% rispetto al corrispondente trimestre del 2013. La loro incidenza sul Pil è aumentata in
termini tendenziali di 0,4 punti percentuali, salendo al 49,3%. Complessivamente, nei primi due trimestri del 2014 l’incidenza delle uscite totali sul Pil è stata pari al 49,0%, in riduzione di 0,4 punti percentuale rispetto al corrispondente periodo del 2013.
Le uscite correnti hanno registrato nel secondo trimestre 2014 un aumento tendenziale dello 0,4% risultante da riduzioni dei redditi da lavoro dipendente (-1,0%) e dei consumi intermedi (-3,6%) e da aumenti delle prestazioni sociali in denaro (+2,2%) e degli interessi passivi (+0,9%); le altre uscite correnti sono risultate invariate. Le uscite in conto capitale sono aumentate dell’1,6% in termini tendenziali; in particolare, gli investimenti fissi lordi sono diminuiti del 12,8% e le altre uscite in conto capitale sono aumentate del 28,2%.
Nel secondo trimestre 2014 le entrate totali sono diminuite in termini tendenziali dello 0,3%, mentre la loro incidenza sul Pil è stata del 48,2%, invariata rispetto al
corrispondente trimestre del 2013. Nei primi due trimestri del 2014, l’incidenza delle entrate totali sul Pil è stata del 45,2%, in riduzione di 0,6 punti percentuali rispetto al corrispondente periodo del 2013.
Le entrate correnti hanno registrato nel secondo trimestre 2014 un aumento tendenziale dello 0,6%: a fronte di riduzioni delle imposte dirette (-0,1%) e delle altre entrate correnti (-2,4%) vi è stato un incremento delle imposte indirette (+0,6%) e dei contributi sociali (+2,7%). In diminuzione sono risultate le entrate in conto capitale e in particolare le imposte in conto capitale.

(fonte: Istat)

 

Scrivi una replica

News

Morto il principe Filippo, marito della Regina Elisabetta II del Regno Unito

All’età di 99 anni è morto il principe Filippo, marito della regina Elisabetta II del Regno Unito. Venne nominato principe del Regno Unito nel 1957,…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: “Nessun dato che i vaccini siano intercambiabili”

Secondo l’Oms, non c’è alcun dato adeguato sull’intercambiabilità dei vaccini. Questa affermazione è arrivata in seguito all’annuncio della Francia che ha reso noto che le…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Morte George Floyd arrivata per asfissia

George Floyd è morto per asfissia e non per overdose di fentanyl, come sostenuto dall’avvocato dell’agente Derek Chauvin. Lo ha stabilito il medico Martin Tobin,…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Nord, Kim avverte la popolazione: “Arriveranno tempi duri”

Kin Jong-Un, leader nordocerano, ha lanciato l’allarme alla sua popolazione dicendo di prepararsi ad un crisi difficili paragonando i tempi che verranno ad una terribile…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia