I numeri della Ferrari | T-Mag | il magazine di Tecnè

I numeri della Ferrari

Fernando AlonsoQuello annunciato da Sergio Marchionne si prospetta come un cambiamento senza precedenti per la storia della Ferrari: lo scorporamento del Cavallino Rampante dal gruppo Fca (Fiat Chrysler Automobiles). Nel 2015 la Rossa approderà per la prima volta, e da sola, a Wall Street, mettendo sul piatto dell’offerta pubblica il 10% del capitale totale. Una giornata senza dubbio storica, come definita dal presidente John Elkann, che si va ad aggiungere a quella che ha visto le dimissioni di Luca Cordero di Montezemolo, il 13 ottobre 2014, dalla presidenza del marchio sportivo più vincente di sempre sui circuiti di Formula 1, e non solo.
Quindici titoli piloti, sedici titoli costruttori. Questo, sostanzialmente, il palmares della Scuderia più vittoriosa di sempre. Fondata nel 1929 da Enzo Ferrari, è l’unica Scuderia ad aver partecipato a tutti i mondiali di Formula 1 dal 1950, disputando 886 Gran Premi e vincendone 221. I podi conquistati sono stati 680, le Pole Position 207 mentre i punti ottenuti sono stati circa seimila. Sotto il marchio del Cavallino Rampante hanno corso piloti considerati tra i più importanti al mondo. Il più vincente? Michael Schumacher con cinque mondiali di fila conquistati tra il 2000 ed il 2004. Gli altri piloti che hanno contribuito ad arricchire la bacheca di Maranello sono stati Alberto Ascari, campione del mondo nel 1952 e 1953, Juan Manuel Fangio nel 1956, Mike Hawthorn nel 1958, Phil Hill nel 1961, John Surtees nel 1964, Niki Lauda nel 1975 e nel 1977 (un pilota che tutti i fans del Cavallino ricorderanno per il suo incidente mortale del Nùrburgring, dove prese fuoco e dopo pochi giorni di cure, risalì sulla macchina per provare a vincere il mondiale del’76, sfuggito però all’ultimo Gran Premio, quello del Giappone, quando il pilota si ritirò a causa delle le condizioni climatiche proibitive). Fu poi la volta di Jody Scheckter, nel 1979, e di Kimi Raikkonen, nel 2007.
Ma la Ferrari non è solo Formula 1. Il marchio vanta anche successi nella 24 Ore di le Mans, dove vanta nove vittorie; nella 12 Ore di Sebring, altre 12, nella 24 Ore di Daytona, cinque; nel Campionato Mondiale Sportprototipi, 15; nella Carrera Panamericana, due; nella Targa Florio, sette; e nella Mille Miglia, dove vanta altri sette titoli.
Una Scuderia di successi insomma (almeno fino al 2008), e non solo sui circuiti. Proprio per l’anno in corso si prospettano risultati record: le attese indicano infatti, per il 2014, un aumento del 5% del fatturato, un utile operativo di oltre 400 milioni di euro e circa 7.200 vetture vendute.

La nuova Ferrari
Il 10 ottobre 2014 la casa di Maranello ha festeggiato 60 anni di presenza in nord America presentando la nuova F60America. Un modello prodotto in soli dieci esemplari che, come si spiega nel sito, “coniuga due grandi passioni dei clienti statunitensi, il motore V12 e la guida a cielo aperto”. La Ferrari F60America è stata presentata alla cena di gala organizzata a Beverly Hills City Hall. “Il potente e innovativo V12 anteriore-centrale e i rapporti del cambio dedicati esaltano il carattere sportivo della vettura. La personalità della F60America emerge subito sulla fiancata, dall’innovativo disegno a diapason. Sul frontale spicca la classica monobocca Ferrari con calandra cromata e prese aria dei freni integrate. L’impostazione asimmetrica dell’abitacolo enfatizza il lato conducente con l’utilizzo dello sportivo colore rosso, mentre il lato passeggero è in nero, ispirato alle storiche Ferrari da competizione. Ricco l’allestimento degli interni con materiali compositi per la plancia, il tunnel e i pannelli porta della zona conducente. I sedili racing sono decorati con una stilizzazione della bandiera americana nella parte centrale di seduta e schienale. Il colore della carrozzeria riprende la storica livrea del North America Racing Team. Sui parafanghi è applicato uno logo specifico commemorativo Ferrari con Cavallino e richiamo al 60° anniversario, presente anche sul tunnel centrale dell’abitacolo. La F60America, elegante e unica ha affascinato i collezionisti americani tanto che i 10 esemplari sono stati tutti venduti”.

Leggi anche:
Che Ferrari lascia Montezemolo

 

Scrivi una replica

News

Morto il principe Filippo, marito della Regina Elisabetta II del Regno Unito

All’età di 99 anni è morto il principe Filippo, marito della regina Elisabetta II del Regno Unito. Venne nominato principe del Regno Unito nel 1957,…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: “Nessun dato che i vaccini siano intercambiabili”

Secondo l’Oms, non c’è alcun dato adeguato sull’intercambiabilità dei vaccini. Questa affermazione è arrivata in seguito all’annuncio della Francia che ha reso noto che le…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Morte George Floyd arrivata per asfissia

George Floyd è morto per asfissia e non per overdose di fentanyl, come sostenuto dall’avvocato dell’agente Derek Chauvin. Lo ha stabilito il medico Martin Tobin,…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Nord, Kim avverte la popolazione: “Arriveranno tempi duri”

Kin Jong-Un, leader nordocerano, ha lanciato l’allarme alla sua popolazione dicendo di prepararsi ad un crisi difficili paragonando i tempi che verranno ad una terribile…

9 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia