In crescita tra gli italiani gli acquisti a rate | T-Mag | il magazine di Tecnè

In crescita tra gli italiani gli acquisti a rate

Il 20% degli intervistati per l’Osservatorio UnipolSai 2015 spiega di aver aumentato gli acquisti a rate negli ultimi due anni contro il 15% che li ha ridotti

rataComplice la crisi economica, ma anche offerte sempre più vantaggiose, per l’acquisto di beni e servizi, gli italiani si servono sempre di più dei pagamenti rateali. C’è chi lo fa per tenere maggiormente sotto controllo le uscite famigliari e chi, invece, ricorre alle rate per ottenere nel tempo più breve possibile ciò di cui ha bisogno, senza sacrificare troppo le proprie disponibilità finanziarie, fatto sta che si tratta di un fenomeno sempre più in ascesa.
Case, automobili, arredamento, beni tecnologici, ma anche assicurazioni auto. Sono questi i principali motivi di spesa rateale emersi dall’indagine di Nexplora per l’Osservatorio UnipolSai 2015.
Secondo lo studio il 22% degli intervistati sceglierebbe di acquistare beni o servizi a rate per la sicurezza che offrono di non fare il passo più lungo della gamba, il 15% spiega invece che il motivo principale per cui si avvale delle rate è la soddisfazione che dà l’acquisto di un prodotto senza aver sacrificato troppo le proprie possibilità economica, mentre il 15% spiega di provare una sensazione di serenità non dovendo sacrificare l’acquisto di un bene.
Per il 10% ricorrere alle rate significa poter fare acquisti mantenendo sotto controllo il budget familiare, soprattutto in periodi con prospettive per il futuro incerte come quello attuale.
Nonostante circa un terzo degli intervistati, il 31%, guardi con ansia alle rate future, il 15% dichiara di utilizzare il pagamento rateale ogni volta che vuole, mentre il 31% (con un picco del 35% per la fascia dei 45-54enni) è convinto che farà lo stesso per gli acquisti futuri.
Spostando l’attenzione sui beni e i servizi per i quali gli italiani ricorrono ai pagamenti dilazionati, dall’indagine emerge che il 71% degli intervistati considera utile la soluzione rateale per l’acquisto di un’automobile, il 62% per l’arredamento o la ristrutturazione di una casa, il 30% per il pagamento dell’assicurazione del veicolo, il 27% per l’acquisto di beni elettronici, il 23% per le cure mediche e il 13% per i viaggi. Entrando più nel dettaglio si nota che il pagamento dilazionato per la polizza auto coinvolge il 36% dei 18-24enni.
L’Osservatorio ha poi analizzato i cambiamenti delle abitudini di consumo degli italiani: sebbene il 20% degli intervistati abbia ammesso di aver aumentato, negli ultimi due anni, i pagamenti rateali e il 40% di non aver modificato le proprie abitudini, una quota, pari al 15% ha dichiarato invece di aver diminuito gli acquisti di questa tipologia.

(articolo pubblicato il 18 giugno su Tgcom24)

 

Scrivi una replica

News

Pnrr, Meloni: «Alla sinistra rispondiamo con i fatti»

«Ai catastrofismi di sinistra abbiamo risposto con fatti e risultati». Il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, commenta così la valutazione di medio termine sul Pnrr,…

22 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Tajani: «Non siamo in guerra con Mosca, ma non deve vincere»

«Noi lavoriamo per la pace e impedire che ci sia una vittoria della Russia, noi vogliamo una pace giusta che significa il rispetto del diritto…

22 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Caso Assange, attesa per la decisione dei giudici su estradizione

C’è da attendere ancora un po’ prima di conoscere la decisione dei giudici sulla richiesta di estradizione dal Regno Unito agli Usa del cofondatore di…

22 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Guerra a Gaza, Hamas: «Presto possibili progressi nei negoziati»

Progressi nei negoziati sul cessate il fuoco e la liberazione degli ostaggi potrebbero esserci presto. A sostenerlo è stato Musa Abu Marzouk, numero due dell’ufficio…

22 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia