Continua a crescere il settore vinicolo | T-Mag | il magazine di Tecnè

Continua a crescere il settore vinicolo

vinoIl 2015 è stato un ottimo anno per il settore vinicolo italiano. Sia le vendite estere che quelle sul mercato interno hanno, infatti, contribuito positivamente sul fatturato. Buone notizie giungono poi dal fronte degli investimenti e da quello occupazionale.
L’ultima indagine condotta dall’Area Studi di Mediobanca indica per il 2015 una crescita del fatturato pari al 4,8% sull’anno precedente, una performance legata soprattutto alla crescita del fatturato estero, pari al +6,5%, e in misura minore a quello interno, +3,1%. Nonostante si tratti di uno degli anni con la crescita più modesta dal 2010, rispetto ad allora il fatturato complessivo è aumentato del 31,6% (+46,6% per quello estero e un più lieve +18,7% per quello interno).
Sul fronte export, il mercato più dinamico per le vendite di vino italiano è il Sud America, con una crescita del 18,3% rispetto ai dodici mesi precedenti (in termini di quote di mercato l’area però rappresenta solo l’1,5% delle vendite italiane totali all’estero).
Ottima anche la crescita che ha interessato le vendite verso il Nord America, +13,3% (area, questa, con la seconda quota di mercato più ampia dopo l’Europa: il 34%). Più limitate le crescite di Europa, +3,7%(con una quota del 51%), e resto del mondo, +3,2% (quota del 9,1%). L’unica area ha riportare una flessione è l’Asia, -10% (-3,9%).
Passando agli altri indicatori si può osservare, come anticipato, una crescita notevole degli investimenti: quelli materiali hanno riportato un +17,9% – con ottime performance soprattutto per gli spumanti (+37,2%) e le coop (+18,3%) – mentre quelli pubblicitari un +2,1% (di poco superiore alla spesa pubblicitaria nazionale complessiva, +1,7%).
L’occupazione, invece, ha messo a segno un +2,4% nel corso dell’anno, facendo meglio dell’intera industria, +1,4%. La crescita maggiore, +3,2%, è stata registrata nel comparto degli spumanti, mentre i vini non spumanti hanno riportato un +2,3%.

 

Scrivi una replica

News

Iohannis ritira candidatura, Rutte prossimo segretario generale Nato

Con il ritiro della candidatura da parte del presidente della Romania, Klaus Iohannis, sembra ormai sicura la successione di Mark Rutte a Jens Stoltenberg alla…

20 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

UE a Hezbollah: «Minacce a Cipro sono minacce a tutta l’Unione»

«Cipro è uno Stato membro dell’UE, ogni minaccia a Cipro è una minaccia a tutta l’Unione europea». Così il portavoce del Servizio di azione esterna…

20 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Russia, il leader del Cremlino Putin in visita ad Hanoi

L’indomani della visita in Corea del Nord in cui Vladimir Putin e Kim Jong-un hanno siglato un accordo di cooperazione strategica, il presidente russo si…

20 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

In Italia uno dei tassi di fecondità più bassi dell’area Ocse

Nell’area dei Paesi Ocse, il tasso di fecondità totale «più basso si registra in Italia e in Spagna, con 1,2 figli per donna e più,…

20 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia