In crescita fatturato dei servizi e vendite al dettaglio | T-Mag | il magazine di Tecnè

In crescita fatturato dei servizi e vendite al dettaglio

Nel secondo trimestre del 2016 il fatturato dei servizi ha messo segno un +1%: a giugno le vendite al dettaglio sono cresciute dello 0,2% in valore e dello 0,1% in volume

carrelloDopo la doccia fredda legata alla stima sulla fiducia dei consumatori e delle imprese, diffusa lunedì dall’Istat, giungono segnali incoraggianti dal fatturato dei servizi e dalle vendite al dettaglio. Entrambi, infatti, si sono mostrati in crescita.
Nel secondo trimestre del 2016 l’indice che misura il fatturato dei servizi ha registrato un progresso di un punto percentuale rispetto al periodo precedente. A dettare l’incremento sono state soprattutto la variazione positiva che ha interessato il trasporto aereo, cresciuto del 3%, e la crescita dell’1,9% dei fatturato dei servizi postali. Bene anche i servizi di manutenzione e riparazione di autoveicoli, in crescita dell’1,3%, i servizi di informazione e comunicazione, +0,6% e il commercio all’ingrosso, +0,2%. Scende dell’1% il fatturato legato ai servizi di trasporto marittimo e per vie d’acqua.
Anche il confronto tendenziale mostra un incremento. Rispetto al secondo trimestre del 2015 l’Istat ha infatti rilevato un +2% per il fatturato dei servizi, risultato del +3,5% che ha interessato il fatturato di commercio all’ingrosso, commercio e riparazione di autoveicoli e motocicli, del +0,9% dei servizi di informazione e comunicazione e del +0,4% delle attività professionali, scientifiche e tecniche. Un incremento più contenuto è stato registrato per il fatturato dei servizi di trasporto e magazzinaggio. Giù, invece, i servizi di attività e ristorazione, -1%, e il fatturato derivante dalle attività dei servizi noleggio, dalle agenzie di viaggio e dai sevizi di supporto alle imprese, -0,2%.
Come anticipato, anche le vendite al dettaglio hanno riportato una crescita. In questo caso l’Istat segnala un +0,2% del valore tra maggio e giugno 2016 e un aumento dello 0,1% dei volumi. Rispetto allo stesso mese dello scorso anno le vendite sono aumentate dello 0,8% in valore e dello 0,2% in volume, con, rispettivamente, un +1% e un +0,5% per i prodotti non alimentari.
Il confronto tendenziale, tra le varie forme distributive, vede crescere dello 0,7% sia le vendite della grande distribuzione (+0,3% per gli alimentari e +1,3% per i non alimentari) che quelle delle imprese operanti su piccole superfici (-0,1% le vendite di prodotti non alimentari e +0,9% per quelli alimentari).

 

Scrivi una replica

News

Calcio, Ibrahimovic è risultato positivo al coronavirus

Zlatan Ibrahimovic, calciatore del Milan, è risultato positivo al coronavirus. Lo ha reso noto la società rossonera, aggiungendo che il giocatore si trova adesso in…

24 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Mattarella a Johnson: «Anche noi italiani amiamo la libertà, ma abbiamo a cuore anche la serietà»

«Anche noi italiani amiamo la libertà, ma abbiamo a cuore anche la serietà». Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Sassari, a margine della…

24 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, nel mondo quasi 32 milioni di persone contagiate

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 31.896.433 A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

24 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Ue: «In alcuni Paesi membri la situazione è peggiore rispetto al picco di marzo»

In alcuni Paesi membri dell’Unione europea «la situazione Covid è anche peggiore del picco di marzo». Lo ha detto la commissaria europea alla Salute, Stella…

24 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia