Consumi in crescita a luglio: +0,2% | T-Mag | il magazine di Tecnè

Consumi in crescita a luglio: +0,2%

consumi_crisi_economicaDopo i cali e la stazionarietà dei mesi precedenti, ad agosto l’indicatore di consumi della Confcommercio (ICC) è tornato a crescere. Il dato dell’ottavo mese è il risultato della una variazione positiva che ha interessato sia i beni che i servizi.
In particolare, si osserva dalle tabelle, l’indicatore di consumi di servizi conferma l’andamento congiunturale positivo intrapreso in aprile quando, con una variazione nulla, si invertì la rotta rispetto al -0,7% del mese precedente. A maggio l’indicatore ha poi iniziato a crescere mettendo a segno un +0,2%, accelerando al +0,4% a giugno e nuovamente a luglio con un +0,6%,
Diverso il discorso per i consumi di beni. Era da febbraio, infatti, che l’indicatore non riportava una variazione positiva (quando la Confcommercio indicò un +0,7%). A marzo si registrò infatti un -0,3%, ad aprile una variazione nulla, a maggio un -0,1% e a giugno -0,3%. Le ultime rilevazioni indicano invece, per luglio, un 0,1%. Nonostante ciò i consumi di alimentari e bevande rimane in territorio negativo: -0,2% dopo la crescita zero di maggio e giugno e il -0,4% e il -0,1% di marzo ed aprile.
Risultati che hanno comportato un aumento congiunturale dell’indice generale dello 0,2% dopo il -0,1% di giugno, le variazioni nulle di aprile e maggio e il -0,4% di marzo. In particolare i beni e servizi ricreativi hanno riportato un +0,2%, gli alberghi, pasti e consumazioni fuori casa un +0,6%, i beni e servizi per le comunicazioni un +0,2%, quelli per la casa un +0,6% mentre gli alimentari le bevande e i tabacchi un +0,7%. Non si muovono, invece i consumi di beni e servizi per la cura della persona mentre diminuiscono dell’1,2% quelli per la mobilità e dello 0,1% l’abbigliamento e le calzature.
Il confronto tendenziale mostra una crescita dell’1,1% per i consumi di servizi e un -0,6% per quelli di beni. Di conseguenza l’indicatore dei consumi della Confcommercio per il mese di luglio riporta un calo dello 0,1%. In questo caso mostrano progressi beni e servizi ricreativi (+0,6%), alberghi, pasti e consumi fuori casa (+0,7%), beni e servizi per la casa (+0,6%), abbigliamento e calzature (+0,1%) e alimentari, bevande e tabacchi (+0,5%). In calo dello 0,8%, invece, i beni e servizi per la mobilità, dello 0,5% i beni e servizi per le comunicazioni dell’1,6% i beni e servizi per la casa.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, principe di Svezia e sua moglie sono positivi

Il principe di Svezia, Carlo Filippo (41 anni) e sua moglie, sono risultati positivi al coronavirus. I contagi in Svezia continuano a salire e tra…

26 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Ue: «Decisione su sci è di competenza nazionale»

«La decisione sull’attività sciistica è di competenza nazionale, non europea. Occorre prudenza nel revocare le misure anti-Covid perché questo può provocare la recrudescenza del virus».…

26 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, oltre 60milioni di casi nel mondo

Sono 60.392.439 i casi di coronavirus accertati a livello globale dall’inizio della pandemia, con 1.421.308  decessi e 38.704.717 guariti. Lo ha reso noto la John…

26 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, negli Usa oltre 2400 morti nelle ultime 24 ore

Sono oltre 2400 le morti causate negli Usa nelle ultime 24 dal Covid. Si tratta del bilancio peggiore degli ultimi sei mesi. Il Paese ha…

26 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia