NEET in aumento nell’Ue dal 2007 | T-Mag | il magazine di Tecnè

NEET in aumento nell’Ue dal 2007

ImpresaLavoro osserva che la crescita del fenomeno registrata in Italia è superiore a quella registrata in tutti i Paesi dellʼUE

neetNel secondo trimestre del 2016 è cresciuta la partecipazione dei giovani al mercato del lavoro. L’ISTAT osserva che tale incremento è certificato anche dalla diminuzione (-252mila unità su base annua) dei cosiddetti NEET, acronimo che sta per l’inglese Not in Education, Employment or Training e indica tutti quei giovani che non lavorano né sono impegnati in percorsi di formazione o studio.
Quello relativo ai NEET non è un problema relativo soltanto all’economia italiana, però. Una recente ricerca del Centro studi ImpresaLavoro sottolinea che tra il 2007 e il 2015 l’incidenza dei NEET è cresciuta in tutta l’Unione europea: nel 2015 il tasso medio dei NEET nell’UE era pari al 16%, l’1,3% in più rispetto al 2007.
Tuttavia l’analisi, condotta sull’elaborazione di dati dell’OCSE, sottolinea che la crescita del fenomeno registrata in tutti i Paesi dell’UE è inferiore a quella rilevata in Italia. L’unica eccezione è la Grecia, dove l’incremento (+8,3%) è stato più consistente di quello italiano (+7,4%).
Il NEET rate – ovvero il tasso di inattività giovanile – è cresciuto in Spagna (+6,8% tra il 2007 e il 2015, passando dal 15,9 al 22,7%), Francia (+4,3%, dal 12,9 al 17,1%), Irlanda (2,1% dal 14,5 al 16,6%) e Portogallo (+1,9%, dal 13,2 al 15,1%). In alcuni casi, però, si è verificata anche un’inversione di tendenza: in Gran Bretagna e in Germania il NEET rate è diminuito, passando dal 14,6 al 13,6% nel primo caso (-1%) e dal 12,3 all’8,8% nel secondo (-3,5%).
Favorire l’inserimento dei più giovani nel mercato del lavoro, riducendo così anche il numero dei NEET, è uno dei principali obiettivi del programma Garanzia Giovani, avviato il 1° maggio del 2014. Secondo il Rapporto sulla Garanzia Giovani in Italia dell’ISFOL, l’Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori, tra i giovani che hanno preso parte al programma, un terzo ha trovato un’occupazione a un mese dalla conclusione del percorso, il 40% a tre mesi e il 43% a sei mesi.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus: a livello globale i contagi hanno superato i 266,6 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 266.660.144. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito: da oggi doppio tampone per i viaggiatori

Da oggi per chi viaggia nel Regno Unito (a partire dai 12 anni di età) entra in vigore il doppio tampone. Il test è da…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Austria: da lunedì stop a lockdown per i vaccinati

L’Austria conferma che da lunedì finirà il lockdown per i vaccinati e i guariti, mentre proseguirà per coloro che non si sono ancora sottoposti a…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Un tribunale egiziano ha ordinato la scarcerazione di Patrick Zaki

Patrick Zaki uscirà dal carcere. Lo ha deciso un tribunale egiziano. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, la scarcerazione dovrebbe avvenire tra questa sera…

7 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia