Esportazioni di nuovo in calo a luglio | T-Mag | il magazine di Tecnè

Esportazioni di nuovo in calo a luglio

Continuano ad arrivare segnali negativi da uno degli indicatori principali dell’economia italiana. Le vendite verso l’estero, infatti, sono scese sia a livello tendenziale che congiunturale

esportazioniMentre a luglio le importazioni hanno registrato un lieve aumento rispetto al mese precedente, le vendite verso l’estero hanno segnato un nuovo calo, riflettendo il calo che ha interessato le vendite verso i Paesi dell’Unione europea.
Sono ormai tre mesi consecutivi che le esportazioni scendono, facendo venir meno uno dei motori principali motori dell’economia italiana: a maggio l’Istat rilevò un -0,2% sul mese precedente (quando si registrò un +2,8% in seguito al -1,3% di marzo), a giugno un -0,4%, mentre per luglio le ultime rilevazioni indicano un -0,6%.
In particolare, quest’ultimo calo congiunturale è il risultato della contrazione pari al -1,1% che ha interessato le vendite verso i Paesi interni all’Unione europea, bilanciato solo in parte dall’esigua crescita, pari al +0,2%, delle esportazioni verso l’area extra-Ue. Per quanto riguarda invece i prodotti, a spingere giù le esportazioni sono state soprattutto le vendite di prodotti energetici, in calo del 13,1%, mentre contrazioni inferiori hanno riguardato le vendite di beni di consumo, -0,4%, quelle di beni strumentali -0,7%. Sale l’export di beni intermedi, +0,5%.
Segnali negativi giungono anche dal confronto tendenziale: rispetto allo stesso mese dello scorso anno le esportazioni registrate a luglio hanno riportato una contrazione di ben 7,3 punti percentuali, riportando un forti cali sia per le vendite verso i Paesi al di fuori dell’Unione europea, -8,8%, sia per quelle intra muros, -6,1%. Osservando la dinamica dellì’export verso i principali partner si può notare una forte diminuzione delle vendite verso il Belgio, -26,4%, verso l’area MERCOSUR, -22,2%, e verso i Paesi Opec, -17,5%. Segnali positivi, invece, emergono per l’export verso la Cona e il Giappone, con aumenti rispettivamente del 4,7% e del 4%.

 

Scrivi una replica

News

Ambiente, nel 2019 emissioni gas serra Ue in calo del 3,7% su base annua

Nel 2019 le emissioni di gas a effetto serra dell’Unione europea – il dato include il trasporto aereo – sono scese del 3,7% su base…

30 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus: in Italia dal 1° al 29 novembre, quasi 801mila casi

Un bilancio sull’andamento della pandemia in Italia negli ultimi 30 giorni rivela che i casi di infezione da SARS-CoV-2 registrati ufficialmente sono stati 800.953, 22.712…

30 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inflazione, Istat: «Resta negativa, a novembre -0,2%»

«Secondo le stime preliminari, nel mese di novembre 2020 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registra una…

30 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 62,8 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 62.829.641. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

30 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia