Le difficoltà del mercato del lavoro | T-Mag | il magazine di Tecnè

Le difficoltà del mercato del lavoro

giovani_lavoro_disoccupazioneDopo qualche mese positivo il mercato del lavoro ha registrato una lieve battuta d’arresto. Il numero degli occupati è diminuito, come anche quello dei disoccupati, lasciando spazio ad un aumento degli inattivi. Una nuova doccia fredda arriva poi dall’Inps che, per i primi sette mesi del 2016, segnala un calo delle assunzioni.
Gli ultimi dati dell’Istat, relativi al mese di luglio, hanno evidenziato un calo dello 0,3% per gli occupati rispetto a giugno, diminuiti di 63 mila unità. Al contempo è diminuito il numero delle persone in cerca di lavoro mettendo a segno un -1,3% (-39mila). Un dato, quest’ultimo, che però non può essere interpretato unicamente come una buona notizia perché – come anticipato – è aumentato il numero degli italiani che un lavoro nemmeno lo cercano (appunto gli inattivi, ovvero quegli individui che non partecipano attivamente al mercato del lavoro): +0,4% per una crescita di 53mila unità.
A tutto ciò si aggiunge il calo delle assunzioni nel settore privato rilevato dall’Inps nel periodo gennaio-luglio sullo stesso arco di tempo dello scorso anno. In particolare, l’Istituto di previdenza sociale indica un -10% a 3,428 milioni, con una diminuzione di 382mila assunzioni rispetto ai primi sette mesi del 2015 (un dato che prende in considerazione anche le assunzioni stagionali, 9% a fronte di un +15,4% per quelli di apprendistato). Un calo tendenziale che, tenendo conto solamente i contratti a tempo indeterminato, si amplia al -33,7%.
Al contrario, per le assunzioni a tempo determinato, si rileva un +0,9% a 2,143 milioni di unità. Sostanzialmente stabile, quindi, con le rilevazioni dello scorso anno.
Tenendo conto del -8,6% che ha interessato le cessazioni (-9,1% per i contratti a tempo indeterminato e -6,9% per quelli a termine), nel periodo considerato il saldo assunzioni cessazioni rimane comunque positivo per 805mila unità, riportando però un calo rispetto al +938mila del periodo gennaio-luglio del 2015.

 

Scrivi una replica

News

Calcio, è morto Diego Armando Maradona

L’ex calciatore del Napoli e della nazionale argentina Diego Armando Maradona è morto a causa di un arresto cardiaco. Aveva 60 anni.…

25 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Violenza sulle donne, Mattarella: «Contrastare ogni forma di sopraffazione, di imposizione e di abuso»

«Spezzare la catena della violenza contro le donne significa contrastare ogni forma di sopraffazione, di imposizione e di abuso». Così il presidente della Repubblica, Sergio…

25 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Conte: «La scuola va riaperta appena possibile»

«La scuola va riaperta appena possibile». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo in occasione di una conferenza stampa a Palma di…

25 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usa-Iran, Rohani auspica «nuovo cammino»

L’amministrazione Biden dovrà «compensare le politiche sbagliate» di quella precedente. È l’auspicio del presidente iraniano, Hassan Rohani, secondo il quale solo in questo caso «Teheran…

25 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia