Nuove frontiere del turismo, in crescita quello “verde” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Nuove frontiere del turismo, in crescita quello “verde”

Negli ultimi anni, attività come gli agriturismi (tra le attività preferite tra chi sceglie di fare una vacanza di questo tipo naturalistico) sono aumentai notevolmente di numero

vineyard-839626_1280Il fatturato del comparto nel 2015 si è attestato a 12,2 miliardi di euro

Nel 2015 è proseguita la crescita del numero di agriturismi in Italia, confermando ancora una volta il notevole contributo che questo genere di strutture (anche grazie alla crescita del cosiddetto “turismo natura”) fornisce all’andamento del turismo nel Paese, settore chiave della nostra economia.
Stando alle rilevazioni dell’Istat le aziende agrituristiche autorizzate sono aumentate del 2,3% nell’anno preso in considerazione, una crescita in valori assoluti di 494 unità che porta il totale a 22.238. Un saldo positivo dato dalla differenza tra le 1.628 nuove aperture e le 1.134 cessazioni di attività.
Osservando le dinamiche territoriali, tra il 2014 ed il 2015 l’aumento più sostenuto ha interessato le regioni del Centro Italia con un +5,1%. Seguono quelle del Nord, con un +1,7%, mentre nel Meridione si registra una contrazione dell’1,1%.
Sono dieci anni consecutivi che il numero degli agriturismi si mostra in crescita. Tra il 2005 ed il 2015 si è passati infatti da 15.327 a 22.238 unità. Di conseguenza l’Istituto nazionale di statistica ha rilevato un aumento del numero di posti letto (+87.467) e dei posti a sedere (+155.018).
L’aumento è legato in larga parte alla sempre più ampia scelta dei turisti per strutture ricettive che offrono la possibilità di condurre una vacanza di genere naturalistico (gli agriturismi registrano il 18% delle preferenze, ponendosi al terzo posto tra le strutture più utilizzate per il turismo natura). Non a caso, infatti, il turismo verde si sta facendo sempre più largo tra le altre varie forme di turismo (come quello culturale o artistico, religioso, di mare…).
Stando alle cifre rilevate dal Rapporto di Econatura, il fatturato del comparto nel 2015 si è attestato a 12,2 miliardi di euro, confermando un trend di crescita che interessa il settore ormai da anni (11,9 miliardi nel 2014 e 10,6 miliardi nel 2010). In forte aumento anche la spesa giornaliera pro capite dei viaggiatori stranieri: dai 93,67 euro del 2008 si è passati ai 102,7 del 2013 e ai 107 dello scorso anno.
Nonostante, negli ultimi anni, questa modalità di fare turismo abbia registrato un miglioramento considerevole, per il turismo in generale solo dal 2015 si può parlare di vera e propria svolta.
A causa della crisi economica, infatti, erano cinque anni che la spesa pro capite reale del turismo internazionale in Italia scendeva, crollando nel periodo considerato da 1.035 a 670 euro. Non solo, nel 2014 (quindi alla vigilia della risalita) le presenze risultavano ancora ferme, l’occupazione nuovamente in calo e il fatturato inferiore a quello registrato nel 2008.

 

Scrivi una replica

News

Polonia: «Pronti ad ospitare armi nucleari». La replica del Cremlino

Armi nucleari in Polonia? La replica del Cremlino, come riporta la Tass, non si è fatta attendere: l’esercito russo adotterà le misure necessarie per garantire…

22 Apr 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Kuleba all’UE: «Ora è il momento di agire, non di discutere»

«Possiamo prevenire gli scenari peggiori se agiamo insieme e senza paura. Oggi abbiamo bisogno di decisioni concrete e coraggiose per fornire all’Ucraina altri sistemi Patriot…

22 Apr 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Israele, si dimette il capo dell’intelligence militare

Si è dimesso il capo dell’intelligence militare israeliana, Aharon Haliva. «Sabato 7 ottobre 2023 Hamas ha commesso un attacco a sorpresa mortale contro lo Stato…

22 Apr 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Autonomia, voto finale in Commissione entro sabato

Fissata la scadenza: entro sabato 27, alle ore 18, la commissione Affari Costituzionali della Camera voterà il mandato ai relatori per l’Aula sull’Autonomia differenziata. Lo…

22 Apr 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia