Immatricolazioni europee in crescita del 7,7% a settembre | T-Mag | il magazine di Tecnè

Immatricolazioni europee in crescita del 7,7% a settembre

In Italia le registrazioni di auto nuove hanno registrato una nuova crescita a doppia cifra, ma continua a pesare il mercato dell’usato

car-718781_1280L’Italia, quarta in Europa per numero di immatricolazioni, ha registrato una crescita del 17,4%

A settembre il mercato delle auto ha registrato nell’Unione Europea una nuova crescita delle immatricolazioni, realizzando un +7,2% sullo stesso mese dello scorso anno e arrivando a registrare 1.455.180 nuove registrazioni.
Nel totale dell’Unione europea più i Paesi dell’area Efta (l’associazione europea di libero scambio, nel quale rientrano i paesi europei, ma non appartenenti all’Ue, come Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera) le immatricolazioni hanno riportato invece un +7,3% raggiungendo le 1.496.206 auto nuove registrate.
Osservando le tabelle dell’Unrae (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri), si nota come l’incremento più marcato abbia interessato le immatricolazioni in Romania, con un +62,7%, seguite da quelle dell’Ungheria, +31,3%, e da quelle della Lettonia, con un +29,2%. I Paesi che hanno registrato più auto nuove sono stati invece il Regno Unito con 469.696 immatricolazioni (+1,6% rispetto allo scorso anno), la Germania con 298.002 (+9,4%) e la Francia con 168.820 (+2,5%).
L’Italia, quarta in Europa per numero di immatricolazioni, ha effettuato 153.617 registrazioni di auto nuove, segnando un +17,4% rispetto alle 130.820 immatricolazioni del settembre 2015.
Ancora una volta, però, gran parte delle vendite ha interessato veicoli usati. Secondo la Motorizzazione civile, infatti, il volume globale delle vendite, pari a 545.689 autovetture, ha interessato solo nel 28,15% dei casi veicoli nuovi. Nel 71,85% si è quindi trattato di trasferimenti di proprietà di auto usate: sono stati 392.072 i trasferimenti di settembre, l’1,48% in più rispetto alo stesso mese dello scorso anno.
Tornando al mercato europeo, nell’arco dei primi nove mesi, sullo stesso periodo dello scorso anno, le immatricolazioni dell’Ue + Efta sono state interessate da un aumento del 7,7% (+8% nell’Unione europea e +0,3% nell’area Efta). Per il Regno Unito si è invece registrato un +2,6%, per la Germania un +6,1%, per la Francia un +5,7%, mentre per l’Italia un +17,4%.

 

Scrivi una replica

News

Eurozona, la BCE ha lasciato invariati i tassi di interesse

La BCE, la Banca centrale europea, ha lasciato invariati i tassi di interesse. I tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di…

21 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Ue: «I ritardi sulle consegne dei vaccini Pfizer-BioNTech assorbiti entro metà febbraio»

«Questa settimana ci sono stati ritardi sulla consegna delle dosi di vaccini» Pfizer-BioNTech «per tutti gli Stati membri, ma saranno assorbiti entro metà febbraio». Lo ha…

21 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gran Bretagna, 2mila evacuati a Manchester per la tempesta Christoph

A causa della tempesta Christoph, circa 2mila abitazioni sono state evacuate nell’area di Manchester. La tempesta ha causato allagamenti in varie parti del Paese.…

21 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Biden: «Le nostre sfide sono il vaccino, l’economia e il razzismo»

«La distribuzione e la somministrazione del vaccino contro il Covid sono la maggiore sfida logistica americana, insieme al salvataggio l’economia». Lo ha detto il presidente…

21 Gen 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia