Bankitalia: “Debito pubblico risale a 2.223,8 miliardi a ottobre” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Bankitalia: “Debito pubblico risale a 2.223,8 miliardi a ottobre”

Nel mese di ottobre il debito pubblico si è attestato a 2.223,8 miliardi, in aumento di 11,2 miliardi rispetto a settembre. Lo ha comunicato la Banca d’Italia. L’aumento del debito è dato dall’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro per 8,4 miliardi, a 47,7 miliardi (erano pari a 81,7 miliardi alla fine di ottobre del 2015), e al fabbisogno mensile delle Amministrazioni pubbliche (2,9 miliardi). In senso opposto ha operato l’effetto complessivo degli scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione del cambio dell’euro (0,2 miliardi). Il debito delle Amministrazioni centrali ha registrato un incremento di 12,2 miliardi, quello delle Amministrazioni locali è sceso di 1,1 miliardi e il debito degli Enti previdenziali è rimasto invariato. Dall’inizio del 2016 il debito delle Amministrazioni pubbliche è aumentato di 51,1 miliardi. La Banca d’Italia ha reso noto anche che, nel mese di ottobre le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 32,6 miliardi, 30,0 ad ottobre 2015. Bankitalia ha poi sottolineato che nei primi dieci mesi del 2016, le entrate tributarie, sono state pari a 334,7 miliardi, con una crescita del 5% rispetto allo stesso periodo del 2015. Al netto di alcune disomogeneità contabili e temporali (riguardanti principalmente l’Iva, le ritenute Irpef, il canone Rai e l’imposta di bollo virtuale), la dinamica è stata più contenuta.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Oms: esperti internazionali presto in Cina

Il capo delle emergenze dell’Organizzazione mondiale della sanità, Mike Ryan, ha fatto sapere che gli esperti internazionali torneranno in Cina «il prima possibile» per continuare…

24 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Violenza sulle donne, da gennaio a ottobre in Italia ci sono stati 91 femminicidi

Violenza sulle donne, da gennaio a ottobre in Italia ci sono stati 91 femminicidi. A riferirlo è un rapporto dell’Eures, sottolineando che, nello stesso periodo…

24 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gualtieri: «Rinvio tasso per tutte le imprese con perdite»

«Il governo si appresta a varare grazie allo scostamento da 8 miliardi nuove misure a partire dal rinvio delle nuove scadenze tributarie per i settori…

24 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia: «La ripresa nel 2021 sarà più lenta del previsto»

«La ripresa nel 2021 sarà verosimilmente più lenta del previsto. Nel quarto trimestre 2020, è plausibile una flessione del Pil anche se più contenuta rispetto…

24 Nov 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia