Rallenta l’economia statunitense nel 2016 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Rallenta l’economia statunitense nel 2016

Il Pil americano è cresciuto dell'1,6% (trainato da consumi e investimenti) contro il +2,6% del 2015
di Redazione

Nel recente resoconto dell’Istat sul quadro economico internazionale, l’Istituto sottolinea come, nonostante la rivisitazione del Pil del quarto trimestre, l’economia statunitense sia in leggero rallentamento. Una performance osservabile sia confrontando il quarto trimestre del 2016 con il terzo, sia confrontando l’interno anno con il precedente.

In particolare nel quarto trimestre del 2016 l’economia americana è cresciuta del 2,1% (contro il +1,9% avanzato nelle stime preliminari) su base congiunturale, rallentando, appunto, rispetto al +3,5% registrato nel trimestre precedente, ma crescendo comunque ad un tasso superiore rispetto a inizio anno: nel primo trimestre il Pil americano ha registrato un +1,4%, nel secondo un +0,8%.
Come anticipato però, l’economia statunitense è in rallentamento anche rispetto al 2015. Nell’intero 2016 il Pil americano ha registrato infatti un +1,6%, mettendo a segno la crescita più esigua dal 2011 e rallentando notevolmente rispetto al +2,6% del 2015. Nel 2017, secondo la Federal Reserve, il Pil statunitense potrebbe crescere del 2,1%.
Tornando al risultato del 2016, nella nota l’Istat spiega che a fornire contributi positivi alla crescita del Pil sono stati sia la spesa per consumi delle famiglie (+3,5%) che gli investimenti fissi (+1,3%), mentre a bilanciare negativamente il dato sono state le esportazioni nette.
Buone notizie dal mercato del lavoro. Il tasso di disoccupazione a febbraio è sceso al 4,7% dal 4,8% del mese precedente. Nello stesso mese gli occupati nel settore non agricolo sono aumentati di 235 mila unità, segnando il miglior risultati degli ultimi mesi.

 

Scrivi una replica

News

Eurozona, peggiorano le aspettative di inflazione. Il sondaggio della BCE

Secondo l’ultimo sondaggio condotto dalla Banca Centrale Europea (Risultati dell’indagine della BCE sulle aspettative dei consumatori) su un campione di 19 mila adulti di undici…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, confermata la recessione a fine 2023

L’istituto federale di statistica Destatis ha confermato la recessione dell’economia tedesca alla fine del 2023. Nel IV trimestre, infatti, il Prodotto Interno Lordo della Germania…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurozona, Lagarde: «Le politiche monetarie della Bce sono dipendenti solo dai dati»

«La BCE è indipendente e determinata a continuare a essere indipendente e dipendente dai dati nella valutazione che facciamo e nella politica di decisione che…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ex Ilva, Meloni: «Il governo non intende nazionalizzarla»

L’intento del governo non è «statalizzare l’Ilva, credo che ci sia margine per trovare investitori che abbiano interesse a far viaggiare la società. Vorrei fare…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia