Rallenta l’economia statunitense nel 2016 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Rallenta l’economia statunitense nel 2016

Il Pil americano è cresciuto dell'1,6% (trainato da consumi e investimenti) contro il +2,6% del 2015
di Redazione

Nel recente resoconto dell’Istat sul quadro economico internazionale, l’Istituto sottolinea come, nonostante la rivisitazione del Pil del quarto trimestre, l’economia statunitense sia in leggero rallentamento. Una performance osservabile sia confrontando il quarto trimestre del 2016 con il terzo, sia confrontando l’interno anno con il precedente.

In particolare nel quarto trimestre del 2016 l’economia americana è cresciuta del 2,1% (contro il +1,9% avanzato nelle stime preliminari) su base congiunturale, rallentando, appunto, rispetto al +3,5% registrato nel trimestre precedente, ma crescendo comunque ad un tasso superiore rispetto a inizio anno: nel primo trimestre il Pil americano ha registrato un +1,4%, nel secondo un +0,8%.
Come anticipato però, l’economia statunitense è in rallentamento anche rispetto al 2015. Nell’intero 2016 il Pil americano ha registrato infatti un +1,6%, mettendo a segno la crescita più esigua dal 2011 e rallentando notevolmente rispetto al +2,6% del 2015. Nel 2017, secondo la Federal Reserve, il Pil statunitense potrebbe crescere del 2,1%.
Tornando al risultato del 2016, nella nota l’Istat spiega che a fornire contributi positivi alla crescita del Pil sono stati sia la spesa per consumi delle famiglie (+3,5%) che gli investimenti fissi (+1,3%), mentre a bilanciare negativamente il dato sono state le esportazioni nette.
Buone notizie dal mercato del lavoro. Il tasso di disoccupazione a febbraio è sceso al 4,7% dal 4,8% del mese precedente. Nello stesso mese gli occupati nel settore non agricolo sono aumentati di 235 mila unità, segnando il miglior risultati degli ultimi mesi.

 

Scrivi una replica

News

Oms: «Il Covid è ancora un’emergenza sanitaria internazionale»

Il Covid «continua a costituire un’emergenza di sanità pubblica di interesse internazionale». Così Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Oms, l’Organizzazione mondiale della Sanità, nel rapporto…

30 Gen 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ambiente, nel 2022 in 29 città italiane superati i limiti giornalieri di PM10

«Nel 2022, 29 città su 95 hanno superato i limiti giornalieri di PM10». Lo denuncia Legambiente, con il report “Mal’Aria di città 2023: cambio di…

30 Gen 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inflazione, Giorgetti: «Il tessuto economico tiene»

«L’attuale scenario internazionale è caratterizzato ormai da da diversi mesi da un’inflazione diffusa, eccezionalmente elevata e persistente, che sta esercitata grande pressione sulle famiglie e…

30 Gen 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania: nel quarto trimestre Pil in diminuzione (-0,2%)

Nel quarto trimestre, il Prodotto interno lordo tedesco è diminuito dello 0,2% su base trimestrale. Lo rende noto Destatis, l’Ufficio federale di statistica, diffondendo una…

30 Gen 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia