Best and Fast Change, + 33% di fatturato e impennata di transazioni | T-Mag | il magazine di Tecnè

Best and Fast Change, + 33% di fatturato e impennata di transazioni

Best and Fast Change, secondo operatore nel settore del cambio valuta turistico in Italia, nel 2017 ha rafforzato la propria posizione nel contesto europeo con un fatturato di 55 milioni di euro, in crescita del 33% rispetto all’anno precedente. La società fiorentina amministrata da Fabrizio Signorelli sta inoltre espandendo la sua presenza in Spagna: il nuovo sportello inaugurato pochi giorni fa nella centralissima Calle Preciados di Madrid e i quattro uffici che apriranno al pubblico nelle prossime settimane alle Baleari (uno a Minorca e tre a Palma di Maiorca) si affiancano a quelli già attivi nella capitale spagnola, a Siviglia e a Barcellona. In più per il 2019 Best and Fast Change ha in programma l’apertura di 1 altro sportello a Ibiza.

NUOVI SPORTELLI IN ITALIA. Nel 2017 sono state 240 mila le transazioni complessive effettuate agli uffici Best and Fast Change in Italia, con un incremento del 55%. Lo scorso anno la società di cambiavalute ha reso più capillare la propria presenza in Italia con nuove aperture in alcune delle principali città del Belpaese, in particolare Roma con 5 sportelli all’aeroporto di Fiumicino, 2 presso quello di Ciampino e uno in via Ottaviano, a pochi passi dal Colosseo. Oggi Best and Fast Change conta complessivamente 30 sportelli dislocati nei principali aeroporti e città turistiche italiane: Firenze (11), Roma (10), Venezia (6), Milano (1), Bari (1) e Alghero (1). Con l’apertura dei nuovi uffici di cambio valuta, Best and Fast Change ha assunto nel 2017 48 nuovi addetti, principalmente operatori di cassa agli sportelli di Firenze, Venezia e Roma, oltre a 4 inserimenti nella sede amministrativa di Firenze. Best and Fast Change, tra l’altro, è tra le pochissime società di cambio valuta ad avere le certificazioni sistema di gestione Qualità ISO 9001:2015, sistema di gestione Business Continuity ISO 22301:2012, sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro OHSAS 18001:2007, sistema di responsabilità sociale SA 8000:2014.

RESPONSABILITÀ SOCIALE D’IMPRESA. Da sempre Best and Fast Change è impegnata nella Responsabilità Sociale d’Impresa, con un’attenzione particolare al mondo dell’infanzia. In questo avvio di 2018 la società di cambiavalute fiorentina ha scelto di supportare la Fondazione Ospedale Pediatrico Meyer con una donazione a sostegno delle attività di Pet Therapy e il Dynamo Camp con un finanziamento a favore del nuovo progetto “Gli Orti di Dynamo”. Nel 2018 è stata intrapresa una partnership con la Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù, a supporto del progetto I4Children. Nel 2017 la società ha avviato, inoltre, una collaborazione con la Fondazione dell’Istituto degli Innocenti di Firenze. L’Istituto è una delle più antiche istituzioni italiane dedicate alla tutela dell’infanzia. Dal 5 febbraio 1445, giorno in cui venne accolta la piccola Agata Smeralda qui abbandonata, l’Istituto opera ininterrottamente in favore dei bambini, delle madri e delle famiglie. Il 4 luglio ospiterà un evento promosso e organizzato dalla Best and Fast Change e da Dynamo Camp, con un focus sulla responsabilità sociale di impresa, destinato a coinvolgere le più importanti realtà aziendali toscane, da sempre impegnate in iniziative solidali.

(com)

 

Scrivi una replica

News

Germania, l’addio di Merkel: «Provo innanzitutto gratitudine»

Angela Merkel ha “salutato” la Germania. «Oggi provo innanzitutto gratitudine e umiltà di fronte all’incarico che così a lungo ho tenuto», ha detto alla cerimonia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: «Ancora nessun decesso per Omicron»

Secondo l’Oms al momento non si hanno informazioni su eventuali decessi legati alla nuova variante Omicron del Covid. Lo ha sottolineato oggi un portavoce dell’agenzia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, ok a provvedimento che evita lo shutdown

Il Congresso americano ha approvato il provvedimento che evita lo shutdown e finanzia il governo fino a febbraio. Dopo la Camera (che aveva approvato in…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Nel 2021 si prevede un aumento del Pil pari al 6,3% e nel 2022 del 4,7%”

“Nel biennio 2021-2022 si prevede una crescita sostenuta del Pil italiano (+6,3% quest’anno e +4,7% il prossimo). L’aumento del Pil sarà determinato prevalentemente dal contributo della…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia