Così il tessuto imprenditoriale italiano nel secondo trimestre 2018 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Così il tessuto imprenditoriale italiano nel secondo trimestre 2018

Il saldo resta ampiamente in attivo, ma si registra un rallentamento nella dinamica natalità-mortalità rispetto allo scorso anno. Crescono le imprese straniere tra quelle a conduzione femminile
di Redazione

Anche per le imprese si conferma il periodo di ripresa, tuttavia con qualche timido segnale di rallentamento. I dati di Unioncamere-Infocamere sono di qualche settimana fa, ma fotografano lo stato di salute della nostra economia e delle imprese italiane. Nel periodo compreso tra aprile e giugno – il riferimento è dunque al secondo trimestre del 2018, arco temporale che ha inoltre visto crescere il Pil a ritmi più contenuti – in Italia sono nate mille imprese al giorno a fronte delle 670 che chiudevano i battenti.

Il trend, pur trovandosi in territorio positivo riflette in ogni caso un rallentamento rispetto al 2017. Il saldo attivo di 31.118 imprese è infatti inferiore, nell’ordine delle cinquemila unità, rispetto allo scorso anno quando nello stesso periodo era stato registrato un saldo di 35.803 unità. A contribuire al dato è stato l’aumento delle chiusure (quattromila in più), mentre le iscrizioni si sono mantenute stabili. Alberghi e ristoranti, commercio e agricoltura i settori che sono cresciuti di più in valore assoluto; le attività professionali, servizi alle imprese, sanità e il settore del turismo e dell’ospitalità sono quelli che hanno mostrato una migliori performance in termini percentuali.

Dato interessante, peraltro più recente (dati diffusi il 6 agosto), riguarda la presenza di imprese straniere tra quelle a conduzione femminile. «Un’impresa femminile su dieci parla straniero, una “lingua” sempre più diffusa nel panorama imprenditoriale italiano», emerge dalla fotografia scattata a giugno 2018 dall’Osservatorio per l’imprenditorialità femminile di Unioncamere e InfoCamere, secondo cui la componente straniera guidata da donne rappresenta il 10,7% delle quasi 1 milione 335mila imprese d questo tipo in Italia.

Le imprese straniere nel segmento analizzato risultano aumentate in un anno del 3,7%, arrivando a quota 143 mila. La gran parte di queste iniziative ha meno di dieci anni di vita, dal 2010 in poi sono nate oltre 98 mila aziende quasi il 70% del totale. Si tratta di una realtà imprenditoriale giovane anche per la maggiore presenza di under 35 che sono al comando del 19,4% delle imprese femminili straniere (contro l’11,9% delle imprese totali guidate da donne). A essere più intraprendenti sono soprattutto le cinesi, le rumene e le marocchine che insieme pesano il 41% sul tessuto imprenditoriale femminile straniero.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus: a livello mondiale, i contagi hanno superato i 242,6 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 242.648.151. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

22 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mercato auto, Acea: «Nel terzo trimestre, le auto ibride hanno superato il diesel per la prima volta»

Nel terzo trimestre del 2021, nell’Unione europea, le immatricolazioni di autovetture ibride elettriche (Hev) hanno rappresentato il 20,7% del mercato complessivo. Lo ha reso noto…

22 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, Draghi: «Sulla Polonia, non ci sono alternative: le regole sono chiare»

Sulla Polonia «non ci sono alternative: le regole sono chiare». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenendo nel corso della conferenza stampa…

22 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Energia, Draghi: «Dobbiamo proteggere tutti i Paesi dell’Ue in egual misura»

Sull’energia «siamo stati espliciti con la necessità di preparare subito uno stoccaggio integrato con le scorte strategiche. Dobbiamo proteggere tutti i Paesi dell’Unione europea in egual…

22 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia