Corea del Nord, Pyongyang: «La figlia dell’ambasciatore voleva tornare. Nessun caso politico» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Corea del Nord, Pyongyang: «La figlia dell’ambasciatore voleva tornare. Nessun caso politico»

«L’ex ambasciatore nordcoreano Jo Song Gil non aveva alcun motivo politico per disertare. E sua figlia odiava i genitori perché la lasciavano a casa da sola e voleva tornare a Pyongyang dai nonni, dove è ora e sta bene anche se sottoposta a cure». Lo ha detto Kim Chon, successore di Ko all’ambasciata coreana in Italia, in una lettera al presidente dell’unione interparlamentare Italia-Nord Corea, negando la tesi del rapimento rilanciata dalla Corea del Sud, per «ostacolare i rapporti con l’Italia».

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, oltre 176 milioni di casi nel mondo

I casi di coronavirus a livello globale hanno superato oggi la soglia dei 176 milioni, stando al bollettino aggiornato della Johns Hopkins University. Secondo l’università…

14 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Putin: «Infondate accuse americane su cyberattacchi»

Per Joe Biden la Russia rappresenta una nuova sfida. Vladimir Putin “risponde”, in un’intervista a Nbc che le accuse americane secondo cui hacker russi o…

14 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cina: “Dal G7 ingerenza, bugie e accuse infondate”

“Bugie, voci e accuse infondate nel corso del club dei Sette Grandi del mondo”. Lo ha affermato l’ambasciata della Cina nel Regno Uniti. “Il G7…

14 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, da oggi 40 milioni di persone in zona bianca. Draghi: “Quarantena per arrivi da Gb in caso di aumento contagi”

Dalla giornata di lunedì 14 giugno 40milioni di persone si troveranno in zona bianca, tornando cosi gradualmente ad una vita normale, mantenendo comunque mascherine e…

14 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia