In calo la fiducia di consumatori e imprese a giugno | T-Mag | il magazine di Tecnè

In calo la fiducia di consumatori e imprese a giugno

Tutte le componenti dell’indice di fiducia dei consumatori sono in calo, seppur con intensità diverse. Per le imprese l’unico incremento ha interessato il commercio.  

di Redazione

A giugno 2019 si stima una flessione dell’indice del clima di fiducia dei consumatori da 111,6 a 109,6; anche per l’indice composito del clima di fiducia delle imprese si registra una dinamica negativa (da 100,2 a 99,3).

Tutte le componenti dell’indice di fiducia dei consumatori sono in calo, seppur con intensità diverse: il clima economico e quello futuro registrano una diminuzione più marcata mentre la flessione è più contenuta per il clima personale e per quello corrente. Più in dettaglio, il clima economico passa da 125,5 a 120,9, il clima futuro diminuisce da 115,6 a 112,3, il clima personale flette da 107,4 a 105,6 e il clima corrente cala da 109,6 a 107,6.

Con riferimento alle imprese, l’indice di fiducia registra una flessione nel comparto manifatturiero e, soprattutto, nelle costruzioni (l’indice cala, rispettivamente, da 101,9 a 100,8 e da 144,3 a 140,9); nei servizi l’indice registra una diminuzione più contenuta (da 99,3 a 98,9) mentre nel commercio al dettaglio sale da 102,7 a 104,7.

Per quanto riguarda le componenti dei climi di fiducia delle imprese, nell’industria manifatturiera si rileva un peggioramento sia dei giudizi sugli ordini sia delle attese sulla produzione; il saldo relativo alle scorte di magazzino è in aumento. Nelle costruzioni la dinamica negativa dell’indice è trainata dal deciso ridimensionamento delle aspettative sull’occupazione presso l’azienda a cui si unisce un peggioramento dei giudizi sugli ordini.

Con riferimento al settore dei servizi, si segnala il peggioramento dei giudizi sugli ordini e sull’andamento degli affari; le attese sugli ordini sono in aumento. Nel commercio al dettaglio, l’incremento dell’indice è dovuto al miglioramento dei giudizi e, soprattutto, a quello delle attese sulle vendite, diffuso sia alla grande distribuzione sia a quella tradizionale. Il saldo dei giudizi sul livello delle giacenze diminuisce.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, via libera del Cts a tamponi rapidi nelle scuole italiane

Il CTS, il Comitato tecnico scientifico, ha dato il via libera alla possibilità di effettuare tamponi rapidi nelle scuole italiane «ai fini esclusivi di screening è possibile…

29 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Guterres: «Dobbiamo agire adesso, altrimenti rischiamo recessione globale»

«Se non agiamo ora, abbiamo davanti una recessione globale che potrebbe spazzare via decenni di sviluppo e rendere completamente fuori portata l’Agenda 2030». Così il…

29 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Tensioni Armenia-Azerbaigian, «intensi combattimenti»

Proseguono gli scontri tra Armenia e Azerbaigian nonostante i ripetuti appelli al cessate il fuoco. In particolare, riporta la Tass, l’Azerbaigian riferisce che tra ieri…

29 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Save the Children: «La pandemia ha peggiorato le condizioni dei bambini siriani»

La pandemia ha peggiorato le condizioni dei bambini siriani. Secondo Save the Children, negli ultimi sei mesi il numero di minori in condizioni di insicurezza…

29 Set 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia