Gli italiani e la paura dell’epidemia di coronavirus | T-Mag | il magazine di Tecnè

Gli italiani e la paura dell’epidemia di coronavirus

Il 98% dichiara di essere informato su una vicenda che preoccupa il 69% degli intervistati da Tecnè per Tgcom24. Come cambiano le nostre abitudini?

di Redazione

Gli italiani si dicono informati sull’emergenza del coronavirus, una vicenda che preoccupa il 69% degli intervistati (38% abbastanza, 31% molto) da Tecnè per Tgcom24. Quali accorgimenti gli italiani stanno prendendo rispetto all’epidemia scoppiata in Cina e che sta colpendo anche altri paesi? In effetti l’81% ammette che le notizie al riguardo stanno contribuendo a cambiare le proprie abitudini, considerando poi il timore contagio per se stessi o qualcuno dei propri familiari (65%).

Gli italiani e la paura dell'epidemia di coronavirus

Non andare nei quartieri cinesi e non acquistare alimenti provienienti dalla Cina (70%) è la prima delle misure preventive che gli italiani stanno adottando. Segue: andare subito dal medico in caso di sintomi associabili al coronavirus (68%), fare maggiore attenzione all’igiene (67%), fare maggiore attenzione alle persone che si hanno vicino (52%).

Il 58% degli intervistati ritiene che il peggio debba ancora venire, dunque il numero di persone affette da coronavirus nel mondo potrebbe crescere di molto stando alle opinioni raccolte. Il 26%, invece, sostiene che crescerà per qualche mese. Ben il 62%, ad ogni modo, è convinto che il nostro sistema sanitario nazionale – «uno dei migliori al mondo» – sia adeguato ad affrontare un’eventuale emergenza in Italia, sebbene il 44% pensi che la situazione sia più grave di quanto descritto dalle autorità italiane (ma una stessa percentuale rinnega tale ipotesi). L’epidemia di coronavirus ha avuto origine, secondo il 54%, da una mancanza di igiene e abitudini alimentari sbagliate. Il 26% risponde da esperimento di laboratorio in Cina di cui si è perso il controllo (non sa il 20%).

NOTA METODOLOGICA
Campione di 1.000 casi, rappresentativo della popolazione maggiorenne italiana, articolato per sesso, età, area geografica
Estensione territoriale: intero territorio nazionale
Interviste effettuate il 2-3 febbraio 2020 con metodo Cati – Cawi
Totale contatti: 4.931 (100%) – rispondenti: 1.000 (20,3%) – rifiuti/sostituzioni: 3.931 (79,7%)
Margine di errore +/-3,1%
Soggetto che ha realizzato il sondaggio: Tecnè srl
Committente: RTI
Il documento completo sul sito: agcom.it

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, sei persone sono state contagiate in Lombardia

Sei persone sono risultate positive ai test per il nuovo coronavirus – Covid-19 –, in Italia. A Codogno, in provincia di Lodi, un uomo di…

21 Feb 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: «La finestra per contenere l’epidemia si sta restringendo»

La «finestra» per contenere l’epidemia del nuovo coronavirus si sta «restringendo». Lo ha detto il capo dell’Organizzazione mondiale della Sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, intervenendo da…

21 Feb 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, lo stragista di Hanau era malato psichico

Lo stragista di Hanau – Tobias Rathien, 43 anni – era affetto da una grave malattia psichica. Lo ha detto il capo dell’Anticrimine federale tedesco,…

21 Feb 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Inflazione stabile nel mese di gennaio allo 0,5%»

«Nel mese di gennaio, si stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registri un aumento dello…

21 Feb 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia