Le partecipate pubbliche in Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Le partecipate pubbliche in Italia

Oltre seimila le imprese partecipate pubbliche attive nel 2017 (ma in generale si registra una riduzione dell’1,3%), 847 mila gli addetti. Il valore aggiunto realizzato dalle imprese a controllo pubblico cresce del 4,4% sul 2016

di Redazione

Nel 2017, riferisce l’Istat nel report Le partecipate pubbliche in Italia, le unità economiche partecipate dal settore pubblico sono 9.118 e impiegano 884.757 addetti. Rispetto al 2016 si registra una riduzione delle unità dell’1,3% e un aumento degli addetti dello 0,5%. Per il 53,3% delle unità economiche, quota in diminuzione rispetto al 2016, i soggetti pubblici esercitano un potere decisionale di controllo, detenendo una quota di partecipazione superiore al 50%. Delle 9.118 unità a partecipazione pubblica, 6.310 sono imprese attive con 847.232 addetti che rappresentano il 95,8% degli addetti delle unità economiche partecipate.

Rispetto al 2016 le imprese partecipate attive diminuiscono del 4% ma rimangono stabili in termini di addetti (+0,1%). Le imprese non attive, che hanno comunque presentato una dichiarazione contabile o fiscale nel 2017, diminuiscono del 3,4%, mentre aumentano dell’11,6% le unità partecipate classificate fuori dal campo d’osservazione dell’industria e dei servizi. Il 59,2% delle imprese attive è partecipato da soggetti pubblici per una quota di partecipazione superiore al 50% (condizione che le definisce “controllate”), il loro peso in termini di addetti è pari al 74,6%. Il 15,1% delle imprese è partecipato invece per una quota di capitale compresa tra il 20% e il 50% con un peso in termini di addetti del 4,4% mentre il 25,7% è partecipato per una quota di capitale inferiore al 20% (21% di addetti).

Le imprese partecipate, spiega l’Istat, sono classificabili anche in base alla modalità con cui una Pubblica amministrazione partecipa ad esse. Si identificano tre tipi: a) imprese a partecipazione pubblica prossima, cioè partecipate direttamente da una Amministrazione pubblica; sono il 60% e impiegano 530.244 addetti, corrispondente al 62,6% degli addetti delle imprese a partecipazione pubblica; b) imprese controllate da gruppi pubblici (cioè gruppi aventi come vertice una PA), il cui capitale è controllato indirettamente tramite altre unità appartenenti al gruppo; sono il 18,2% delle imprese e rappresentano il 24,7% degli addetti; c) imprese partecipate da controllate pubbliche. Si tratta di imprese partecipate da soggetti controllati a loro volta da gruppi di imprese a controllo pubblico. Le imprese di questo tipo sono il 21,9% e assorbono il 12,7% degli addetti totali delle imprese partecipate.

Complessivamente, al netto delle attività finanziarie e assicurative, le imprese a controllo pubblico generano oltre 58 miliardi di valore aggiunto (il 7,5% di quello prodotto dalle imprese dell’industria e dei servizi). Il valore aggiunto per addetto delle imprese controllate è di 97.068 euro contro i 47.150 euro del totale imprese dell’industria e dei servizi.

(fonte: Istat)

 

Scrivi una replica

News

Svimez: «Mezzogiorno in recessione nel 2023, Pil -0,4%»

«Nel 2023 il Mezzogiorno rischia la recessione con un Pil che potrebbe contrarsi fino a -0,4% contro il +2,9% di quest’anno». E’ quanto emerge dalle…

28 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Borrell: «Putin vuole rendere l’Ucraina un buco nero»

«Dobbiamo aumentare il nostro sostegno all’Ucraina. Putin continua a bombardare l’Ucraina. Continua a cercare di rendere l’Ucraina un buco nero, senza luce, senza elettricità, senza riscaldamento. Per…

28 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Zelensky: «I russi preparano nuovi attacchi»

«Sappiamo che i terroristi stanno preparando nuovi attacchi e che, finché avranno i missili, non si fermeranno. La prossima settimana può essere dura come quella…

28 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a 74,36 dollari al barile e Brent a 81,56 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 74,36 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 81,56 dollari.…

28 Nov 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia