Industria: fatturato giù a dicembre, ma crescono gli ordinativi | T-Mag | il magazine di Tecnè

Industria: fatturato giù a dicembre, ma crescono gli ordinativi

Gli ordini salgono dell’1,4% su base mensile, il fatturato scende del 3%. In riferimento all’intero 2019, la variazione tendenziale è negativa per entrambe le componenti

di Redazione

L’Istat stima a dicembre 2019 che il fatturato dell’industria, al netto dei fattori stagionali, diminuisca del 3% in termini congiunturali. Nel quarto trimestre l’indice complessivo registra una riduzione dello 0,6% rispetto al trimestre precedente. Gli ordinativi segnano a dicembre un incremento dell’1,4% rispetto al mese precedente; anche nel complesso del quarto trimestre si registra un aumento congiunturale, pari all’1,9%.

La dinamica congiunturale, afferma l’Istat, del fatturato riflette cali sia sul mercato interno (-2,9%) sia su quello estero (-3,1%). Per gli ordinativi l’incremento congiunturale è sintesi di risultati quasi speculari registrati sui due mercati: +6,9% la crescita delle commesse provenienti dal mercato interno e -6,4% la riduzione di quelle provenienti dall’estero. Nel complesso, in riferimento all’intero 2019, la variazione tendenziale è negativa per entrambe le componenti (-0,3% il fatturato, dati corretti per gli effetti di calendario; -1,9% gli ordinativi, dati grezzi).

Con riferimento ai raggruppamenti principali di industrie, a dicembre tutti gli indici destagionalizzati del fatturato segnano un calo su base mensile: -0,9% i beni di consumo, -2,7% l’energia, -3% i beni intermedi e -5,2% i beni strumentali. Corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 20 contro i 19 di dicembre 2018), il fatturato totale diminuisce in termini tendenziali dell’1,4%, con riduzioni dell’1,8% per il mercato interno e dello 0,7% per quello estero.

Con riferimento al comparto manufatturiero, il settore farmaceutico registra la crescita tendenziale più rilevante (+15,4%), mentre l’industria dei computer e dell’elettronica mostra il calo maggiore (-7,7%). In termini tendenziali l’indice grezzo degli ordinativi aumenta del 6%, trainato dall’ampio incremento delle commesse pervenute dal mercato interno (+12,6%), in particolare di quelle relative agli altri mezzi di trasporto; una variazione negativa si registra, invece, per le commesse provenienti dal mercato estero (-3,6%). La maggiore crescita tendenziale si rileva per i mezzi di trasporto (+55%), mentre l’industria delle apparecchiature elettriche mostra il peggior risultato (-13,9%).

(fonte: Istat)

 

Scrivi una replica

News

Cura Italia, il Senato approva la fiducia

Il Senato ha confermato la fiducia al governo sul dl Cura Italia. I voti a favore sono stati 142, 99 quelli contrari. Quattro senatori si sono astenuti.…

9 Apr 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Merkel in una riunione Cdu respinge l’opzione eurobond

 «La cancelliera Angela Merkel ha ribadito la sua contrarietà all’opzione eurobond per affrontare l’emergenza coronavirus nel corso di una riunione in videoconferenza del suo gruppo…

9 Apr 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Iraq, continua la crisi di governo: si ritira anche Zurfi

Lo scorso 7 marzo il presidente iracheno, Barham Saleh, aveva nominato come primo ministro Adnan Zurfi, ma quest’ultimo si ha rifiutato l’incarico. Saleh a subito…

9 Apr 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, sospesi tutti i campionati italiani di pallavolo: non ci saranno vincitori, promozioni e retrocessioni

Dopo il rugby, anche la pallavolo italiana annulla la stagione senza vincitori, promozioni e retrocessioni. Il consiglio federale della Fipav, presieduto da Bruno Cattaneo, ha…

9 Apr 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia