«Il primo contagio di nuovo coronavirus è avvenuto in Italia» | T-Mag | il magazine di Tecnè

«Il primo contagio di nuovo coronavirus è avvenuto in Italia»

Lo sostiene un rapporto condotto dall’Istituto superiore di Sanità

di Redazione

Ci sono tante domande – alcune (ancora) senza risposta, ad altre, invece, ne è stata trovata una – riguardo il nuovo coronavirus. In un bollettino sull’epidemia, l’ISS, l’Istituto superiore di Sanità, ha diffuso alcune informazioni che è riuscito a raccogliere, fino ad ora, in attesa di trovarne altre. Cosa dice il rapporto? In sostanza, afferma che per tutti i casi italiani – secondo i dati della Protezione civile, aggiornati alle 18 del 10 marzo, 8.514 persone risultano positive al virus mentre i casi totali sono stati 10.149 –, l’infezione si è verificata in Italia: i tre casi registrati nel Lazio sono l’unica eccezione, in quanto il contagio è avvenuto all’estero, in Cina, probabilmente.

L’ISS aggiunge che la Regione Lombardia ha inviato la segnalazione di una persona di nazionalità iraniana, che si sarebbe “verosimilmente infettata in Iran, uno dei Paesi (insieme al nostro e alla Cina) maggiormente colpiti dal nuovo coronavirus, pur non arrivando alla conclusione che la fonte dei contagi sia iraniana.

All’ISS mancano ancora molte informazioni: su 8.342 casi positivi analizzati, per esempio, è stato possibile ricostruire la data di inizio sintomi per poco più della metà, pari a 4.555 casi.

Il rapporto ribadisce che il maggior numero di casi riguarda gli anziani e che il tasso di letalità – ovvero la percentuale di malati che muoiono, molti dei quali presentano patologie pregresse – aumenta all’aumentare dell’età del paziente. Tra gli over 80 è del 13,2%, che scende al 6,4% tra chi ha un’età compresa tra i 70 e i 79 anni. Tra i 60 e i 69 anni, è del 2,5%, in quella tra i 50-59 dello 0,2% e in quella tra i 40-49 anni dello 0,1%.

Tra i tanti dati contenuti nel rapporto, ce n’è uno che deve indurre ad una riflessione: tra gli operatori sanitari sono stati diagnosticati almeno 583 casi di nuovo coronavirus – avvertenza: il dato potrebbe essere sottostimato, perché nei casi più recenti non è stata conclusa l’indagine epidemiologica, spiega l’ISS –, a dimostrazione dell’alto rischio di infezione tra quanti lavorano nelle strutture ospedaliere.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Censis: «Il 79,8% degli italiani chiede di non allentare le restrizioni o di inasprirle in vista delle feste natalizie»

«In vista del Natale e del Capodanno il 79,8% degli italiani chiede di non allentare le restrizioni o di inasprirle». Lo rileva il 54esimo Rapporto…

4 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, in Italia l’indice Rt è sceso a 0,91

Nel periodo compreso tra l’11 e il 24 novembre 2020, l’indice di trasmissibilità Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,91. Lo…

4 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Papa Francesco: «Stiamo vivendo la terza Guerra Mondiale a pezzi»

«Stiamo vivendo la terza Guerra Mondiale a pezzi». Lo ha detto Papa Francesco in un videomessaggio, in spagnolo, inviato ai partecipanti alla 23esima Giornata della…

4 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, Biden ha chiesto a Fauci di «restare nello stesso ruolo che ha avuto con i precedenti presidenti»

Il presidente eletto degli Stati Uniti, Joe Biden, ha chiesto al direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases, Anthony Fauci, di «restare nello…

4 Dic 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia