Lavoro: gli effetti dell’emergenza sanitaria sulle assunzioni | T-Mag | il magazine di Tecnè

Lavoro: gli effetti dell’emergenza sanitaria sulle assunzioni

LinkedIn pubblica i dati relativi alle assunzioni in piena fase di stop alle attività produttive. L’Italia segna un calo del 62% e le prospettive per gli altri paesi non sono migliori

di Redazione

LinkedIn, il social network più grande al mondo per i professionisti, aggiorna regolarmente i dati sull’effetto del coronavirus sul mercato del lavoro e in particolar modo sulle assunzioni che risultano essere drammaticamente in calo in questa fase. L’ultimo report con i dati raccolti fino al 10 aprile mostra che in Italia si sta verificando una riduzione delle assunzioni del 62% rispetto allo stesso periodo del 2019. Solo tre settimane fa, l’aggiornamento di marzo mostrava un calo dei tassi di assunzione del 40%: la consapevolezza della situazione e la durata della chiusura ha fatto inasprire il dato di 22 punti percentuali.

Per quanto riguarda gli altri paesi, LinkedIn preannuncia per la Francia lo stesso andamento delle assunzioni in Italia: i dati aggiornati a pochi giorni dall’annuncio del lockdown hanno rispecchiato le tendenze italiane viste durante la prima settimana di chiusura del paese.

Mentre gli Stati Uniti, per esempio, nel primo mese di emergenza coronavirus, mostrano una diminuzione del tasso di assunzioni, secondo quanto rilevato dalla piattaforma, solo dell’1,1% rispetto l’anno precedente. La variazione annuale è pressoché minima, ma significativa considerando che è la diminuzione maggiore che si ha da gennaio 2017 e considerato che il paese non era ancora in pieno lockdown. Osservando i trend già analizzati in Cina, Italia e Francia, LinkedIn prevede anche per gli Usa momenti difficili per le assunzioni.

Tuttavia LinkedIn rimane positiva, guardando infatti i dati della Cina – dove i tassi di assunzione stanno tornando lentamente positivi -, in una nota non esclude una ripresa già nell’anno in corso.

 

Scrivi una replica

News

Iohannis ritira candidatura, Rutte prossimo segretario generale Nato

Con il ritiro della candidatura da parte del presidente della Romania, Klaus Iohannis, sembra ormai sicura la successione di Mark Rutte a Jens Stoltenberg alla…

20 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

UE a Hezbollah: «Minacce a Cipro sono minacce a tutta l’Unione»

«Cipro è uno Stato membro dell’UE, ogni minaccia a Cipro è una minaccia a tutta l’Unione europea». Così il portavoce del Servizio di azione esterna…

20 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Russia, il leader del Cremlino Putin in visita ad Hanoi

L’indomani della visita in Corea del Nord in cui Vladimir Putin e Kim Jong-un hanno siglato un accordo di cooperazione strategica, il presidente russo si…

20 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

In Italia uno dei tassi di fecondità più bassi dell’area Ocse

Nell’area dei Paesi Ocse, il tasso di fecondità totale «più basso si registra in Italia e in Spagna, con 1,2 figli per donna e più,…

20 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia