Commercio con l’estero, crescono le esportazioni a marzo | T-Mag | il magazine di Tecnè

Commercio con l’estero, crescono le esportazioni a marzo

L’aumento congiunturale riguarda entrambi i flussi commerciali, anche se è più intenso per le importazioni (+6%). In termini tendenziali l’export sale del 28,1%

di Redazione

A marzo 2021, l’Istat stima una crescita congiunturale per i flussi commerciali con l’estero, più intensa per le importazioni (+6%) che per le esportazioni (+3,2%). L’incremento su base mensile dell’export è dovuto all’aumento delle vendite sia verso l’area UE (+3,7%) sia verso i mercati extra UE (+2,6%). Nel primo trimestre del 2021, rispetto al precedente, l’export aumenta del 2,6%, l’import del 5%.

A marzo 2021, l’export sale su base annua del 28,1%. La crescita è più sostenuta verso l’area UE (+32,6%) rispetto all’area extra UE (+23,2%). L’import registra un aumento tendenziale più marcato (+35,1%), con incrementi di analoga entità verso entrambi i principali mercati di sbocco, UE ed extra UE.

Tra i settori che contribuiscono maggiormente all’aumento tendenziale dell’export si segnalano macchinari e apparecchi n.c.a (che crescono del +32,3%), metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (+35,4%), autoveicoli (+80,1%), mezzi di trasporto, autoveicoli esclusi (+43,6%) e articoli di abbigliamento, anche in pelle e in pelliccia (+57,4%). Solo le vendite di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (-9,3%) sono in calo.

Su base annua, le esportazioni crescono verso tutti i principali paesi partner; i contributi maggiori riguardano le vendite verso Germania (con un aumento del 30,6%), Francia (+39%), Spagna (+37,4%), Svizzera (+35,7%) e Paesi Bassi (+51,6%).

Nel primo trimestre del 2021, la crescita tendenziale dell’export (+4,6%) è dovuta in particolare all’incremento delle vendite di metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (+13,7%), macchinari e apparecchi n.c.a. (+8,5%), autoveicoli (+22,3%) e apparecchi elettrici (+14,9%).

La stima del saldo commerciale a marzo 2021 è pari a +5.190 milioni di euro (era +5.701 a marzo 2020). Al netto dei prodotti energetici il saldo è pari a +7.984 milioni (era +7.707 a marzo dello scorso anno). Nel mese di marzo 2021 i prezzi all’importazione aumentano dell’1,9% su base mensile e del 4,2% su base annua.

 

Scrivi una replica

News

Franchising, giro d’affari a oltre 33 miliardi di euro nel 2023

Nel 2023 il giro d’affari del franchising è salito a oltre 33 miliardi di euro, registrando un +9,9% rispetto all’anno precedente e arrivando a rappresentare…

21 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mes, Giorgetti: «Non ci sono le condizioni per il voto»

«A breve è impossibile la ratifica» del trattato del Mes, il Meccanismo europeo di stabilità, come chiesto da 19 governi su venti dell’Eurozona. Lo ha…

21 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Zelensky: «Oggi UE ha approvato quadro negoziale per adesione Ucraina»

«Oggi 27 Stati membri dell’UE hanno approvato il quadro negoziale necessario per avviare i negoziati di adesione con l’Ucraina. Sono grato al Consiglio UE e…

21 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Putin: «Piani di sviluppo nucleare per mantenere equilibrio di potere»

«I nostri piani includono un ulteriore sviluppo della triade nucleare come garanzia di deterrenza strategica e mantenimento dell’equilibrio di potere nel mondo». Ad annunciarlo è…

21 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia