Licenziamenti, Bombardieri: «Posti a rischio tra 500mila e due milioni» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Licenziamenti, Bombardieri: «Posti a rischio tra 500mila e due milioni»

«Il presidente del Consiglio, Mario Draghi sulla questione blocco dei licenziamenti ha ascoltato solo Confindustria». E’ quanto detto dal segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri, in un’intervista a Radio anch’io affermando che la norma non è stata frutto di mediazione ma recepimento delle richieste di Confindustria. «La fine del blocco dei licenziamenti che potrebbe mettere a rischio a partire dal primo luglio tra i 500.000 e i due milioni di posti di lavoro. Il 74% delle risorse messe in campo dal Governo per fronteggiare la pandemia è stata presa dalle imprese», ha aggiunto Bombardieri.

 

Scrivi una replica

News

Regno Unito, il deputato britannico David Amess è stato ucciso a coltellate durante un incontro con gli elettori

Un deputato della maggioranza Tory che sostiene il governo britannico di Boris Johnson, il 69enne David Amess, è stato oggi ucciso da un uomo, che…

15 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo, via libera del Cdm al dl Fisco

Via libera del Consiglio dei ministri al decreto fiscale. Lo riferiscono le agenzie di stampa, citando fonti governative, a riunione ancora in corso. Tensione sul…

15 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Financial Times: “Cinque Paesi Ue pronti alla guerra commerciale con la Gran Bretagna”

“Italia, Francia, Germania, Spagna e Paesi Bassi hanno incontrato in settimana il vicepresidente della Commissione europea, Maros Sefcovic, negoziatore post Brexit per l’Ue, per chiedergli…

15 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gruppo Stellantis, immatricolazioni in calo del 30,4% a settembre

Secondo i dati dell’Acea (associazione dei costruttori europei), le immatricolazioni del gruppo Stellantis, nell’Unione europea, Paesi Efta e Regno Unito sono state a settembre 179.117,…

15 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia