Commercio con l’estero, le vendite extra UE trainano la crescita dell’export a luglio | T-Mag | il magazine di Tecnè

Commercio con l’estero, le vendite extra UE trainano la crescita dell’export a luglio

Esportazioni su del 2,6%, in aumento anche le importazioni (+1,3%). Su base annua l’export cresce del 16,1%

di Redazione

A luglio 2021, l’Istat stima una crescita congiunturale per entrambi i flussi commerciali con l’estero, più intensa per le esportazioni (+2,6%) che per le importazioni (+1,3%). L’aumento su base mensile dell’export è dovuto al forte incremento delle vendite verso i mercati extra UE (+7,5%), mentre quelle verso l’area UE sono in diminuzione (-1,8%). Nel trimestre maggio-luglio 2021, rispetto al precedente, l’export cresce del 3,1%, l’import del 4,9%.

A luglio 2021, prosegue l’Istat, l’export cresce su base annua del 16,1%, con un sostenuto aumento delle vendite sia verso l’area UE (+14,9%) sia verso i mercati extra UE (+17,4%). L’import registra un incremento tendenziale ancora più marcato (+23,8%) che coinvolge entrambe le aree, UE (+23,2%) ed extra UE (+24,4%).

Tutti i settori registrano ampi aumenti tendenziali delle esportazioni a eccezione di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (-17,7%), autoveicoli (-5%) e computer, apparecchi elettronici e ottici (-2%).

Su base annua, le esportazioni crescono in misura molto sostenuta verso tutti i principali paesi partner. I contributi maggiori riguardano le vendite verso Stati Uniti (con una crescita del 35%), Germania (+15,9%), Svizzera (+31,5%) e Francia (+11,5%). Soltanto l’export verso paesi ASEAN (-7,6%) e Cina (-1%) è in diminuzione.

Nei primi sette mesi del 2021, la crescita tendenziale dell’export (+22,8%) è dovuta in particolare all’aumento delle vendite di metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (+34,9%), macchinari e apparecchi n.c.a. (+22,4%), mezzi di trasporto, autoveicoli esclusi (+36,3%) e autoveicoli (+42,6%).

La stima del saldo commerciale a luglio 2021 è pari a +8.762 milioni di euro (era +9.689 a luglio 2020). Al netto dei prodotti energetici il saldo è pari a +12.383 milioni (era +11.675 a luglio dello scorso anno). Nel mese di luglio 2021 i prezzi all’importazione aumentano dell’1,2% su base mensile e del 10,5% su base annua.

 

Scrivi una replica

News

Petrolio: Wti a 76,85 dollari al barile mentre il Brent a 83,21 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 76,85 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 83,21 dollari…

2 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 193 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 193 punti.…

2 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: «Insieme supereremo la sfida che l’aggressione russa ha portato alla sicurezza globale»

«Insieme a tutti i nostri partner, in uno spirito di autentica solidarietà europea, sapremo superare anche le sfide che l’aggressione russa all’Ucraina ha portato alla…

1 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Nato, Erdogan ribadisce il “no” alla Svezia dopo rogo Corano

«La Turchia non potrà mai sostenere l’ingresso della Svezia nella Nato fino a quando Stoccolma permette che il Corano, libro sacro all’Islam, possa essere bruciato».…

1 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia