Il nuovo rapporto Aifa su sicurezza vaccini anti-Covid | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il nuovo rapporto Aifa su sicurezza vaccini anti-Covid

Oltre 101mila segnalazioni di sospette reazioni avverse registrate dall’inizio della campagna vaccinale, ma viene specificato che si tratta di reazioni perlopiù non gravi

di Redazione 

Dall’inizio della campagna vaccinale (in Italia la prima dose è stata somministrata il 27 dicembre 2020) al 26 settembre 2021, sono state registrate 101.110 segnalazioni di sospette reazioni avverse – perlopiù non gravi: dolore in sede di iniezione, febbre, astenia/stanchezza, dolori muscolari – ai vaccini. Lo rende noto l’Aifa, l’Agenzia italiana del Farmaco, diffondendo il nono Rapporto di  farmacovigilanza sui vaccini COVID-19.  

Complessivamente le dosi somministrate sono state 84.010.605, la stragrande maggioranza è rappresentata dal vaccino Comirnaty, il più utilizzato nella campagna vaccinale italiana (71,2%). Ciò significa che il tasso di segnalazione si è attestato a 120 ogni 100mila dosi. Il rapporto aggiunge che le segnalazioni gravi corrispondono al 14,4% del totale, con un tasso di 17 eventi gravi ogni 100.000 dosi somministrate.  

L’Aifa ribadisce che la reazione (indipendentemente dal tipo di vaccino somministrato) si è verificata nella maggior parte dei casi (76% circa) nella stessa giornata della vaccinazione o il giorno successivo e solo più raramente oltre le 48 ore. La distribuzione delle segnalazioni per tipologia di vaccino è coerente con quella delle somministrazioni (Comirnaty 68%, Vaxzevria 22%, Spikevax 9%, COVID-19 vaccino Janssen 1%). Per tutti i vaccini, gli eventi avversi più segnalati con maggiore frequenza sono febbre, stanchezza, cefalea, dolori muscolari/articolari, reazione locale o dolore in sede di iniezione, brividi e nausea.  

Secondo l’AIFA, complessivamente, nel periodo compreso tra il 27 dicembre 2020 e il 26 settembre 2021, 16 casi di mortalità (sui 435 valutati) sono risultati correlabili ai vaccini Covid (circa 0,2 casi ogni milione di dosi somministrate), 14 dei quali erano stati riportati nei rapporti precedenti. Le rimanenti due segnalazioni si riferiscono a due pazienti – uno aveva 76 anni, l’altro 80 –, con condizione di fragilità per pluri-patologie, deceduti per COVID-19 dopo aver concluso il ciclo vaccinale, ricevendo entrambe le dosi. 

 

Scrivi una replica

News

Stati Uniti: è morto l’ex segretario di Stato Colin Powell

L’ex segretario di Stato statunitense Colin Powell è morto, a causa di complicazioni dovute la COVID-19. Powell, che aveva 84 anni, è stato il primo…

18 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

India, almeno 25 vittime per piogge torrenziali

Sono almeno 25 le vittime causate dalle piogge torrenziali che hanno colpito il sud-ovest dell’India, provocando smottamenti di terreno e inondazioni.…

18 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, 45mila nuovi contagi in Gran Bretagna

Nuovo balzo di contagi in Gran Bretagna, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 45.100 nuovi casi di coronavirus. I morti sono 57.…

18 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 104 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 104 punti.…

18 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia