In Italia la pressione fiscale tornerà ai livelli pre-Covid nel 2026 | T-Mag | il magazine di Tecnè

In Italia la pressione fiscale tornerà ai livelli pre-Covid nel 2026

Quest’anno, riporta il Fiscal monitor del Fondo monetario internazionale, si attesterà al 47,5% e rimarrà su livelli analoghi fino al 2025

di Redazione

Quest’anno, in Italia, la pressione fiscale si attesterà al 47,5%, mostrandosi al di sopra degli ultimi standard precedenti la crisi pandemica e rimarrà su livelli analoghi fino al 2025. È quanto emerge dall’ultimo Fiscal monitor del Fondo monetario internazionale (FMI), secondo cui nel 2022 registrare una performance uguale, per salire leggermente nel 2023 al 47,6%. Valore uguale anche nel 2024, mentre nel 2025 scenderà al 47,4% per poi tornare vicina al 47% nel 2026, quando dovrebbe attestarsi al 47,1%, un livello che comunque sarà ancora superiore al periodo pre pandemia: tra il 2016 ed il 2018 la pressione fiscale era inferiore al 47%. 

Photo by Sumudu Mohottige on Unsplash

Nel report, il FMI spiega poi che la spesa pubblica, pari al 48,6% del PIL nel 2019, è salita al 57,3% nel corso del 2020 a causa delle misure anti covid e della crisi legata ai lockdown, mentre alla fine dell’anno in corso dovrebbe salire al 57,7%. 

A partire dal prossimo anno dovrebbe però tornare a scendere, portandosi al 52,1%, per proseguire il calo negli anni successivi: 51,1% nel 2023, 50,5% nel 2024, 50,1% nel 2025 e 49,4% alla fine dell’orizzonte di previsione. Per quanto riguarda invece il deficit di bilancio, secondo le stime contenute nell’analisi dovrebbe raggiungere il 10,2% per poi ridiscendere gradualmente fino a toccare il 3,5% nel 2023. 

Preoccupante l’andamento del rapporto tra debito e PIL che dopo esser salito dal 134,6% del 2019 al 155,8% del 2020, dovrebbe rimanere ancora su livelli elevati sia quest’anno che il prossimo, rispettivamente al 154,8% e al 150,4%. Nel 2023 scenderà, invece, sotto la soglia dei 150 punti percentuali per arrivare a toccare il 146,5% al termine del 2026.

 

1 Commento per “In Italia la pressione fiscale tornerà ai livelli pre-Covid nel 2026”

Scrivi una replica

News

Pechino: «Usa svolgano un ruolo costruttivo in Medio Oriente»

«La Cina continuerà a svolgere un ruolo costruttivo nella risoluzione della questione del Medio Oriente e contribuirà a raffreddare la situazione. Gli Usa, in particolare,…

12 Apr 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: «Aiutare le giovani coppie, lo chiede la Costituzione»

«Il futuro del Paese si misura sulla capacità di dare risposte alle giovani generazioni. Occorre che le Istituzioni ne prendano coscienza, per attuare politiche attive…

12 Apr 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a 85,88 dollari al barile e Brent a 90,95 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti 85,88 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 90,95 dollari.…

12 Apr 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 153 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 153 punti.…

12 Apr 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia