Quasi nove italiani su dieci usano i mezzi privati per muoversi | T-Mag | il magazine di Tecnè

Quasi nove italiani su dieci usano i mezzi privati per muoversi

Lo rivela il primo osservatorio sugli stili di mobilità condotto da Legambiente

di Redazione

In Italia, ci si muove molto usando i mezzi privati – automobile, motocicletta…– e poco con il trasporto pubblico locale. È quanto emerge dal primo sondaggio Legambiente-Ipsos, realizzato nell’ambito di Clean Cities Campaign e presentato oggi alla presenza in video-collegamento, tra gli altri, del ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile, Enrico Giovannini.

Secondo l’indagine, condotta su un campione di 1.000 persone sparse sul territorio nazionale e 300 a Roma, Milano, Napoli e Torino, l’88% utilizza i mezzi privati per muoversi, sebbene nelle grandi metropoli, dove ci si muove di più – ogni giorno, gli spostamenti possono essere tre o quattro –, si utilizza l’intermodalità dei servizi di trasporto.

Spaventati da eventuali affollamenti, gli italiani usano meno il trasporto pubblico: l’utilizzo di autobus, tram, metropolitane e treni regionali è sceso al 70-80% rispetto al 2019.

«In tutta Italia si deve ricominciare ad investire sul trasporto pubblico, moderno, elettrico ed efficiente per vincere pian piano la paura-contagio, in parte ingiustificate», conclude Legambiente, stimando anche la spesa necessaria per rinnovare un parco mezzi ormai vecchio (i 50mila bus in servizio hanno un’età media superiore ai 12 anni).

Secondo il rapporto, occorre investire 500 milioni di euro ogni anno fino al 2030 per treni nuovi, una cifra analoga per i tram e 650 milioni per le metropolitane.

Clean Cities Campaign è «sostenuta da un cartello di associazioni dell’Unione» europea «che punta al miglioramento radicale della qualità dell’aria attraverso stili di mobilità più sostenibile, alla ridistribuzione dello spazio urbano in favore delle utenze deboli e alla conversione dei trasporti all’elettrico».

 

Scrivi una replica

News

Eurozona, peggiorano le aspettative di inflazione. Il sondaggio della BCE

Secondo l’ultimo sondaggio condotto dalla Banca Centrale Europea (Risultati dell’indagine della BCE sulle aspettative dei consumatori) su un campione di 19 mila adulti di undici…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, confermata la recessione a fine 2023

L’istituto federale di statistica Destatis ha confermato la recessione dell’economia tedesca alla fine del 2023. Nel IV trimestre, infatti, il Prodotto Interno Lordo della Germania…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurozona, Lagarde: «Le politiche monetarie della Bce sono dipendenti solo dai dati»

«La BCE è indipendente e determinata a continuare a essere indipendente e dipendente dai dati nella valutazione che facciamo e nella politica di decisione che…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ex Ilva, Meloni: «Il governo non intende nazionalizzarla»

L’intento del governo non è «statalizzare l’Ilva, credo che ci sia margine per trovare investitori che abbiano interesse a far viaggiare la società. Vorrei fare…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia