Streaming musicale in crescita, Spotify rallenta | T-Mag | il magazine di Tecnè

Streaming musicale in crescita, Spotify rallenta

Al secondo posto figura Apple Music, al terzo Amazon Music (che cresce al ritmo più elevato). Boom anche di YouTube Music

di Redazione

Spotify la fa da padrone, Apple Music e Amazon Music inseguono, YouTube Music cresce. Nella lunga sfida delle piattaforme di musica in streaming, fotografata nel rapporto di MIDiA Research, sono tante le conferme, ma non mancano alcuni elementi di novità. Primo tra tutte, le quote di mercato occupate ora da player cinesi e russi, che tra i pubblici di riferimento registrano un aumento consistente del numero di abbonati nel settore.

Nonostante un primato consolidato (il 31% del totale), Spotify ha perso nel secondo trimestre 2021 il 2% rispetto allo stesso periodo del 2020 (che salgono a tre punti sul 2019). Apple Music occupa il 15% della torta, ma Amazon Music (13%) registra il tasso di crescita più elevato ed è ora seriamente in competizione per il secondo posto. Più indietro YouTube Music (8%), ma con un elevato margine di crescita dovuto alla chiusura, da parte di Google, del precedente servizio streaming, Play Music. La crescita di YTM è stata infatti del 50% e, a quanto sembra, risulta una delle piattaforme preferite dalle generazioni più giovani. 

Sul piano economico, al numero di utenti di Spotify non corrispondono le entrate, viene notato nel rapporto. Ciò dipende da alcuni fattori, quali la mole di persone che utilizzano la piattaforma nella sua versione gratuita (con spot pubblicitari intervallati di tanto in tanto), piani famiglia e costi ridotti che vengono applicati nei mercati emergenti. 

In generale il bacino di abbonati che ascoltano musica in streaming a pagamento è cresciuto di 109,5 milioni nell’arco di un anno, cioè +26,4% (nel complesso sono oltre 500 milioni gli utenti). Altre piattaforme famose, come Deezer (2%), sembrano spettatrici rispetto ai colossi già citati. Altre ancora come TIDAL – che ha di recente cambiato proprietà, passando da JAY-Z a Square di Jack Dorsey, oltre che da poco cambiato i suoi piani tariffari introducendo, al momento solo negli Stati Uniti, una versione gratuita con pubblicità –, Qobuz o SoundCloud sono da contemplare nella più generica voce Others, che occupa il 10% del totale.  

 

Scrivi una replica

News

Eurozona, peggiorano le aspettative di inflazione. Il sondaggio della BCE

Secondo l’ultimo sondaggio condotto dalla Banca Centrale Europea (Risultati dell’indagine della BCE sulle aspettative dei consumatori) su un campione di 19 mila adulti di undici…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, confermata la recessione a fine 2023

L’istituto federale di statistica Destatis ha confermato la recessione dell’economia tedesca alla fine del 2023. Nel IV trimestre, infatti, il Prodotto Interno Lordo della Germania…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurozona, Lagarde: «Le politiche monetarie della Bce sono dipendenti solo dai dati»

«La BCE è indipendente e determinata a continuare a essere indipendente e dipendente dai dati nella valutazione che facciamo e nella politica di decisione che…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ex Ilva, Meloni: «Il governo non intende nazionalizzarla»

L’intento del governo non è «statalizzare l’Ilva, credo che ci sia margine per trovare investitori che abbiano interesse a far viaggiare la società. Vorrei fare…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia