Gas, cosa prevede l’accordo tra Italia ed Algeria | T-Mag | il magazine di Tecnè

Gas, cosa prevede l’accordo tra Italia ed Algeria

Le maggiori forniture serviranno a ridurre la dipendenza dalla Russia. Entro il 2024 avremo circa nove miliardi di metri cubi di gas in più rispetto ai 22,6 miliardi del 2021

di Redazione

Entro il 2024 l’Algeria immetterà annualmente nel territorio italiano circa nove miliardi di metri cubi di gas in più rispetto ai 22,6 miliardi del 2021. È quanto stabilito dall’accordo raggiunto lunedì dalla delegazione italiana, guidata dal presidente Mario Draghi, e da quella algerina, guidata dal presidente Abdelmadjid Tebboune, ad Algeri. A firmare materialmente l’intesa sono stati l’amministratore delegato di ENI, Claudio Descalzi e il presidente di Sonatrach, Toufik Hakkar e consentirà di aumentare le quantità di gas trasportate attraverso il gasdotto TransMed/Enrico Mattei, permettendo all’Italia di ottenere una maggiore flessibilità di forniture energetiche e al contempo di ridurre la propria dipendenza dal gas russo, questione divenuta nel frattempo prioritaria alla luce dei recenti sviluppi relativi alla guerra in Ucraina. 

Ad oggi il fabbisogno di gas italiano è compreso tra i 75 e gli 80 miliardi di metri cubi di gas all’anno, dei quali 29 miliardi arrivano dalla Russia, ma con l’accordo stipulato lunedì già da quest’anno l’Algeria immetterà nel territorio italiano tre miliardi di metri cubi in più, per poi salire a sei nel corso del 2023 e a nove l’anno a partire dal 2024. Il trasporto del gas algerino, si diceva già all’inizio, avverrà tramite Transmed, gasdotto che collega, appunto, Algeria e Italia passando per la Tunisia.

Tale accordo, insomma, permetterà al nostro paese di vedere ridotte le importazioni di gas dalla Russia. Nel frattempo si procederà in una direzione che possa concedere un’ulteriore diminuzione delle forniture russe, quindi, in questo senso, una minore dipendenza da Mosca.

 

Scrivi una replica

News

Eurozona, la Bce ha alzato i tassi di interesse di mezzo punto percentuale

La BCE, la Banca centrale europea, ha alzato i tassi d’interesse di mezzo punto percentuale, portando il tasso sui rifinanziamenti principali al 3%, quello sui…

2 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Lavrov: «Tutta la Nato combatte contro la Russia»

«Tutta la Nato combatte contro di noi». Così il ministro degli Esteri russo, Sergej Lavrov, intervenendo nel corso di un’intervista rilasciata a Ria Novosti. Secondo…

2 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Von der Leyen: « Putin combatte per negare un futuro all’Ucraina ma invece rischia il futuro della Russia»

«Combattete non solo per voi, perché a rischio c’è la libertà, ci troviamo davanti a una lotta fra democrazie e regimi autoritari: Putin combatte per…

2 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti-Filippine, accordo per accesso Usa a quattro basi militari

L’alleanza Stati Uniti-Filippine «rende le nostre democrazie più sicure e aiuta a sostenere un Indo-Pacifico libero e aperto». Lo ha affermato il segretario alla Difesa…

2 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia