Il FMI ha ritoccato le stime di crescita mondiale | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il FMI ha ritoccato le stime di crescita mondiale

Il PIL globale rallenterà dal +6,1% del 2021 al 3,6% sia quest’anno che il prossimo. Per l’Ucraina previsto un -35%, per la Russia un -8,5%.

di Redazione

La guerra in Ucraina rischia di influenzare pesantemente l’andamento dell’economia globale. Già la Banca Mondiale nelle stime diffuse questa mattina ha tagliato il +4,1% previsto per il 2022 ad un +3,2%, poi sulla stessa linea è uscito anche il World Economic Outlook del Fondo Monetario Internazionale, secondo cui la crescita globale rallenterà dal +6,1% del 2021 al 3,6% quest’anno e il prossimo, con previsioni ritoccate all’ingiù rispettivamente di 0,8 e 0,2 punti percentuali se confrontate con quelle diffuse prima dello scoppio del conflitto in Ucraina.

Per quanto riguarda l’Eurozona, le previsioni per il 2022 sono state limate di ben 1,1 punti percentuali, dal +3,9% al +2,8% e l’Italia è tra i Paesi, insieme alla Germania, per i quali il taglio alle stime di crescita è stato più consistente. Secondo il Fondo Monetario Internazionale, infatti, il Prodotto Interno Lordo italiano crescerà del 2,3% quest’anno, contro il +3,8% indicato in precedenza, mentre quello della Germania dovrebbe segnare un +2,1% per poi accelerare al +2,7% l’anno prossimo.

Rivista al ribasso anche la crescita economica della Francia, al +2,9% quest’anno; quella della Spagna, al +4,8%; e quella del Regno Unito, al +3,7%. Un forte rallentamento  dovrebbe interessare anche la Cina, per cui si prevede un aumento del PIL del 4,4%, mentre negli Stati Uniti l’economia dovrebbe crescere del 3,7%. Proprio nel fine settimana l’ufficio nazionale di statistica cinese ha diffuso le stime di crescita relative al primo trimestre del 2022, indicando un +4,8% annuo, mentre su base congiunturale la crescita è stata dell’1,3%.

Le stime di crescita del FMI relative invece ai diretti interessati dal conflitto, indicano un calo del PIL dell’8,5% per la Russia, contro il +2,8% avanzato a gennaio e il +4,7% registrato nel 2021, e un -35% per il PIL dell’Ucraina.

 

Scrivi una replica

News

Visco: «Ok rialzo tassi dall’estate, ma in maniera graduale»

«Il rischio di deflazione è alle nostre spalle. Abbiamo mantenuto i tassi di interesse ufficiali a lungo negativi, per far fronte a questi rischi, e rispondere…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Produzione nelle costruzioni ai massimi dal 2011 nel mese di marzo»

«A marzo 2022 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni aumenti del 2,0% rispetto a febbraio 2022. Nella media del primo trimestre 2022, al…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mosca: «Nuove basi militari in risposta ad allargamento Nato»

«La Russia creerà nuove basi militari in risposta all’allargamento della Nato». Lo ha annunciato  il ministro della difesa russo Sergei Shoigu. Il Ministro ha evidenziato…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Von der Leyen: «Erogati 600milioni di euro di prestiti a Kiev»

«Oggi abbiamo erogato una nuova tranche di 600 milioni di euro di assistenza macrofinanziaria all’Ucraina. E arriverà: abbiamo proposto un prestito aggiuntivo di 9 miliardi…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia