Il 46% degli italiani è «molto soddisfatto» della propria vita | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il 46% degli italiani è «molto soddisfatto» della propria vita

Lo riferisce l’ISTAT, sottolineando che si tratta del valore più alto dal 2012

di Redazione

«Ci sono voluti nove anni per recuperare il crollo del benessere soggettivo avvenuto nel 2012». Lo rende noto l’ISTAT, l’Istituto nazionale di statistica, diffondendo il Rapporto sul Benessere equo e sostenibile, «che fornisce un quadro complessivo dei 12 domini in cui è articolato il benessere analizzati nella loro evoluzione nel corso dei due anni di pandemia». Nel 2021, il 46% degli italiani è «molto soddisfatto della propria vita», riferisce l’ISTAT, sottolineando che una fascia d’età in particolare, quella dei giovani tra i 14-19 anni, rappresenta un’eccezione.

A cosa dobbiamo questo miglioramento? L’ISTAT sostiene che sono risultati determinanti i «due anni di pandemia». Con lo scoppio dell’emergenza sanitaria, molti italiani hanno iniziato a sentirsi soddisfatti della propria vita, perché non tengono più conto soltanto di ciò che accade a loro stessi, ma lo relativizzano rispetto al contesto, «e in questo caso alla drammaticità degli eventi legati alla diffusione del Covid-19». Si tratta di un fenomeno «riscontrato» anche in altri Paesi, puntualizza il rapporto. Che, poi, scende nel dettaglio e riferisce che la quota di persone che confessano di essere «molto soddisfatte per la propria vita», dando un punteggio compreso tra 8 e 10, è aumentata nel biennio pandemico, passando da 43,2% del 2019 al 44,3% del 2020 e al 46% del 2021.

«Con questo incremento si recupera, dopo 9 anni, il picco positivo del 2011, mai più raggiunto dopo il crollo di soddisfazione dovuto alla crisi economica del 2012», aggiunge l’ISTAT. Tra i più giovani (14-19 anni), il livello del 2011 era stato già raggiunto nel 2019.

Con l’emergenza sanitaria, però, si registra un «deterioramento significativo della soddisfazione per la vita»: in questa fascia d’età, la percentuale di chi si dichiara soddisfatto è scesa al 52,3% nel 2021, dal 56,9% del 2019. Da notare che la quota dei soddisfatti si mantiene comunque su livelli molto alti.

Seppure con una pandemia ancora in corso – nonostante l’allentamento delle misure restrittive, i contagi rimangono numerosi –, gli italiani guardano con ottimismo al futuro: la quota di chi ritiene che la propria situazione migliorerà nei prossimi cinque anni raggiunge il 31,9% nel 2021. Il valore più alto di sempre. E che coinvolge tutte le fasce d’età.

Infine, aggiunge l’ISTAT, «ancora più evidente appare la progressiva riduzione di coloro che dichiarano che la propria situazione peggiorerà nei prossimi 5 anni. Il valore minimo è nel 2021, quando si registrano 13,4 punti percentuali in meno rispetto al 2012».

 

Scrivi una replica

News

Visco: «Ok rialzo tassi dall’estate, ma in maniera graduale»

«Il rischio di deflazione è alle nostre spalle. Abbiamo mantenuto i tassi di interesse ufficiali a lungo negativi, per far fronte a questi rischi, e rispondere…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Produzione nelle costruzioni ai massimi dal 2011 nel mese di marzo»

«A marzo 2022 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni aumenti del 2,0% rispetto a febbraio 2022. Nella media del primo trimestre 2022, al…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mosca: «Nuove basi militari in risposta ad allargamento Nato»

«La Russia creerà nuove basi militari in risposta all’allargamento della Nato». Lo ha annunciato  il ministro della difesa russo Sergei Shoigu. Il Ministro ha evidenziato…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Von der Leyen: «Erogati 600milioni di euro di prestiti a Kiev»

«Oggi abbiamo erogato una nuova tranche di 600 milioni di euro di assistenza macrofinanziaria all’Ucraina. E arriverà: abbiamo proposto un prestito aggiuntivo di 9 miliardi…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia