Amministrative 2022: i risultati nelle principali città al voto | T-Mag | il magazine di Tecnè

Amministrative 2022: i risultati nelle principali città al voto

Si è votato in circa 900 comuni italiani. Palermo, Genova e L’Aquila al centrodestra. Ballottaggi a Verona, Parma e Catanzaro. Al voto anche per il referendum sulla giustizia, ma il quorum non è stato raggiunto

di Redazione

Palermo, Genova e L’Aquila al centrodestra. Ballottaggi a Verona, Parma e Catanzaro. Questi sono i risultati delle elezioni amministrative nelle principali città italiane che dovevano rinnovare le amministrazioni locali. Complessivamente si è votato in circa 900 comuni.

Le urne sono state aperte ieri, domenica 12 giugno, dalle 7 alle 23. Ha votato il 54,72% degli aventi diritto, secondo i i dati riferiti dal ministero dell’Interno e relativi a 818 comuni. Dal computo mancano quelli dei comuni del Friuli-Venezia Giulia e della Sicilia. Nel dettaglio, a Catanzaro ha votato il 65,9% degli elettori, a Genova il 44,14%, a L’Aquila il 64,5% e a Verona il 54,35%. A Palermo, invece, il 41,87%.

A Palermo, dove per vincere era sufficiente conquistare almeno il 40% delle preferenze, Roberto Lagalla, il candidato sostenuto dal centrodestra, ha vinto al primo turno. Franco Miceli (centrosinistra) non ha raggiunto il 30%. Vittoria per il centrodestra anche a Genova con Marco Bucci e a L’Aquila con Pierluigi Biondi: entrambi sindaci uscenti hanno superato la soglia del 50% necessaria per vincere, evitando il ballottaggio.

Andranno al ballottaggio invece Verona, Parma e Catanzaro. Nella città emiliana, pur staccando di molto Pietro Vignali (centrodestra), che ha superato di poco il 20%, il candidato del centrosinistra, Michele Guerra, si è fermato attorno al 45%.

A Catanzaro, Valerio Donato (Forza Italia-Lega) in testa con circa il 45%. A seguire Nicola Fiorita (Partito democratico-Movimento 5 stelle) con poco più del 30%.

A Verona, Damiano Tommasi, ex calciatore alla sua prima esperienza in politica, ha sfiorato il 40% mentre Federico Sboarina (Lega, Fratelli d’Italia) e Flavio Tosi, ex sindaco leghista che si è presentato da indipendente ed è sostenuto da Forza Italia, hanno raccolto il resto delle preferenze, con il primo il leggero vantaggio sul secondo con circa il 30% dei voti.

Domenica, gli italiani sono stati chiamati anche ad esprimersi sul referendum sulla giustizia, promosso da Radicali e Lega. Cinque i quesiti referendari. Il quorum, fissato al 50% più uno, non è stato raggiunto: secondo i dati del ministero dell’Interno, aggiornati alle ore 23, l’affluenza definitiva si è fermata al 20,9%.

– n.1 ABOLIZIONE LEGGE SEVERINO affluenza definitiva 20,95%: sì (53,97%), no (46,03%).

– n.2 LIMITAZIONE CUSTODIA CAUTELARE affluenza definitiva 20,95%: sì (56,12%), no (43,88%)

– n.3 SEPARAZIONE CARRIERE MAGISTRATI affluenza definitiva 20,93%: sì (74,01%), no (25,99%)

– n.4 VALUTAZIONE SU OPERATO MAGISTRATI affluenza definitiva 20,92%: sì (71,94%), no (28,06%)

– N.5 ABOLIZIONE RACCOLTA FIRME ELEZIONI CSM affluenza definitiva 20,92%: sì (72,52%), no (27,48%)

 

Scrivi una replica

News

Luxottica, è morto Leonardo Del Vecchio. Aveva 87 anni

È morto Leonardo Del Vecchio. Il fondatore del noto marchio dell’occhialeria Luxottica, e presidente di EssilorLuxottica, aveva 87 anni.…

27 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, la Corte Suprema ha abolito la sentenza che garantiva il diritto all’aborto

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha abolito la sentenza Roe v. Wade con cui nel 1973 la stessa Corte aveva reso legale l’aborto negli…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Grazie alle misure che si stanno pensando, non vi sarà un’emergenza energetica in inverno»

«Le misure che si stanno pensando assicurano che non vi sia emergenza» energetica «durante l’inverno». Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenendo in conferenza…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Siamo impegnati a proteggere e sostenere il potere d’acquisto degli italiani»

«Nell’area dell’euro, soprattutto a causa dei prezzi dell’energia e dell’inflazione, le previsioni sono di un rallentamento un po’ in tutti i Paesi. Noi siamo impegnati…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia