Armenia-Azerbaijan, nuove tensioni nel Nagorno-Karabakh | T-Mag | il magazine di Tecnè

Armenia-Azerbaijan, nuove tensioni nel Nagorno-Karabakh

I nuovi scontri avvenuti nella notte nel Nagorno-Karabakh, territorio conteso da Armenia e Azerbaijan, ha di nuovo alzato il livello d’allarme nella regione dopo la tregua raggiunta nel 2020 mediata dalla Russia. Stavolta, però, la situazione potrebbe precipitare ulteriormente. In ragione del Trattato di amicizia, cooperazione e mutua assistenza tra Armenia e Russia, infatti, il Consiglio di sicurezza armeno ha deciso di rivolgersi e chiedere aiuto a Mosca in relazione all’aggravamento della situazione al confine con l’Azerbaigian. È stato il Consiglio dei ministri armeno, citato dall’agenzia russa Tass, a renderlo noto. Un quadro che desta maggiore preoccupazione, soprattutto alla luce della guerra in Ucraina. Da parte sua il premier armeno, Nikol Pashinyan, ha sentito al telefono il presidente russo Vladimir Putin e quello francese, Emmanuel Macron, oltre al segretario di Stato Usa, Antony Blinken. Tutte le parti concordano nel ritenere inaccettabile una nuova escalation nell’area. L’Armenia ha denunciato l’aggressione dell’Azerbaigian che ha provocato 49 soldati morti negli scontri, ma i ministeri della Difesa di Yerevan e Baku continuano ad accusarsi reciprocamente per l’escalation al confine, parlando di vittime e danni materiali a causa di bombardamenti. L’accordo del 2020 – il territorio era stato già teatro di guerra negli anni ‘90 – aveva previsto, tra le altre cose, alcune importanti concessioni territoriali da parte dell’Armenia e una presenza di peacekeeper russi allo scopo di evitare nuovi conflitti e di mantenere intatta la tregua.

 

Scrivi una replica

News

Ucraina, Austin: «Se Kiev cade, la Nato entrerà in guerra con Mosca»

«Se l’Ucraina cade, credo davvero che la Nato entrerà in guerra con la Russia». Questa la convinzione del segretario statunitense alla Difesa, Lloyd Austin, espressa…

1 Mar 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Israele-Hamas, ora si teme uno stop ai negoziati

L’indomani della strage in cui almeno 112 palestinesi sono morti e in centinaia sono rimasti feriti mentre aspettavano gli aiuti alimentari a Gaza, ci si…

1 Mar 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Russia, in migliaia per l’ultimo saluto a Navalny

Code fuori la chiesa dell’icona della Madre di Dio di Mosca, in migliaia per l’ultimo saluto, imponente schieramento di polizia fin dalla mattina, applausi. E…

1 Mar 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

A febbraio comparto manifatturiero italiano in contrazione

A febbraio il comparto manifatturiero italiano ha registrato l’undicesima contrazione consecutiva: l’indice Hboc Global Purchasing Managers’ Index (Pmi) per il settore manifatturiero italiano è salito…

1 Mar 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia