Istat: «Export settembre in crescita dell’1,6%. Cala l’import» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Istat: «Export settembre in crescita dell’1,6%. Cala l’import»

«A settembre 2022 si stima una crescita congiunturale per le esportazioni (+1,6%) e una flessione per le importazioni (-1,7%). L’aumento su base mensile dell’export è dovuto all’incremento delle vendite verso i mercati extra Ue (+6,0%), mentre le esportazioni verso l’area Ue sono in diminuzione (-2,2%). Nel terzo trimestre del 2022, rispetto al precedente, l’export cresce del 2,7%, l’import del 7,5%. A settembre 2022, l’export cresce su base annua del 21,6% in termini monetari e del 2,1% in volume. La crescita dell’export in valore è più sostenuta verso i mercati extra Ue (+27,2%) rispetto all’area Ue (+17,1%). L’import in valore registra un incremento tendenziale del 40,4% – molto più intenso per l’area extra Ue (+59,0%) rispetto all’area Ue (+25,2%) – mentre in volume resta sostanzialmente invariato (-0,5%). Tra i settori che contribuiscono maggiormente all’aumento tendenziale dell’export si segnalano: articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (+36,2%), macchinari e apparecchi (+13,9%), metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (+15,5%) e prodotti alimentari, bevande e tabacco (+19,8%). Su base annua, i paesi che forniscono i contributi maggiori all’incremento dell’export nazionale sono: Stati Uniti (+48,6%), Francia (+18,8%), Germania (+14,8%) e paesi OPEC (+49,1%). Si accentua la flessione dell’export verso la Russia (-34,6%) e diminuiscono anche le vendite verso il Belgio (-5,7%). Nei primi nove mesi del 2022, la crescita tendenziale delle esportazioni (+21,1%) è dovuta in particolare all’aumento delle vendite di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (+45,8%), metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (+20,2%), prodotti petroliferi raffinati (+100,6%), sostanze e prodotti chimici (+24,3%) e prodotti alimentari, bevande e tabacco (+18,6%). A settembre 2022 il disavanzo commerciale è pari a -6.454 milioni di euro, a fronte di un avanzo di 1.440 milioni dello stesso mese del 2021. Il deficit energetico raggiunge, in valore assoluto, i 12.435 milioni (era -4.529 milioni un anno prima) ma l’avanzo nell’interscambio di prodotti non energetici, pari a 5.982 milioni, è elevato e sul livello di settembre 2021 (5.969 milioni). Nel mese di settembre 2022 i prezzi all’importazione crescono dello 0,1% su base mensile e del 20,3% su base annua (era +21,5% ad agosto). Si comunica che i dati del 2021 del commercio con l’estero sono stati resi definitivi. Contestualmente sono stati revisionati anche i dati dei primi tre mesi del 2022. L’entità delle revisioni è riportata nell’apposita sezione del comunicato. La banca dati on line www.coeweb.istat.it è stata aggiornata per quanto riguarda i dati grezzi, le serie destagionalizzate e i numeri indice». Lo ha reso noto l’Istat nel comunicato sul proprio sito.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Cina allenta restrizione sul Covid

La Cina ha reso noto che da oggi ci sarà un allentamento generale delle restrizioni sul Covid riducendo i requisiti obbligatori e la frequenza dei…

7 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Superbonus, Enea: «Al 30 novembre detrazioni a 64 miliardi»

«E’ aumentato a 58,11 miliardi di euro, al 30 novembre, il totale degli investimenti ammessi alla detrazione del Superbonus al 110%; a fine ottobre erano…

7 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Blinken: «Usa non hanno incoraggiato Kiev a colpire la Russia»

«Non abbiamo né incoraggiato né permesso agli ucraini di colpire all’interno della Russia». Lo ha reso noto il segretario di Stato americano Antony Blinken parlando…

7 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, piano di attacco al Bundestag: arrestati 25 membri di un gruppo terroristico

Raid della polizia tedesca oggi in tutta la Germania dove sono stati arrestati 25 membri di un “gruppo terroristico” di estrema destra sospettato di pianificare…

7 Dic 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia