Accelera la produzione manifatturiera a febbraio | T-Mag | il magazine di Tecnè

Accelera la produzione manifatturiera a febbraio

L’indice PMI calcolato da S&P Global si è attestato a 52 punti dai 50.4 del mese precedente

di Redazione

A febbraio, la crescita del settore manifatturiero italiano ha ripreso vigore, facilitata dal forte aumento della produzione e al ritorno dell’espansione dei nuovi ordini. Anche i livelli occupazionali hanno continuato a migliorare, mentre le previsioni sono rimaste generalmente stabili al livello massimo in quasi un anno. I prezzi pagati per i beni sono calati leggermente, anche se l’ennesimo aumento dei prezzi di vendita ha assicurato una continua ripresa della redditività di base.

work
Foto di Christopher Burns da Unspash

Dopo le dovute destagionalizzazioni, l’indice S&P Global PMI® (Purchasing Managers’ Index®) del settore manifatturiero italiano ha registrato a febbraio 52.0. In salita da 50.4 di gennaio, l’indice ha segnalato un solido miglioramento delle condizioni operative e rappresenta il valore migliore registrato dall’indagine in dieci mesi.

A febbraio, la crescita della produzione segna il valore più alto in un anno, inoltre si tratta del secondo aumento consecutivo su base mensile, anche se quest’ultimo riflette due fattori principali. Innanzitutto, per la prima volta da aprile 2022, il livello dei nuovi ordini ha registrato un netto miglioramento, malgrado l’ennesimo crollo dei nuovi ordini esteri. Le aziende hanno segnalato un mercato nazionale in parziale ripresa, con un crescente interesse da parte dei clienti all’acquisto di beni manifatturieri.

Secondo i dati raccolti, il secondo fattore a supporto della produzione di febbraio è stato la consegna di beni precedentemente ordinati. Malgrado le aziende hanno continuato a riportare qualche difficoltà nel recuperare materie prime, l’incidenza di allungamento dei tempi medi di consegna è stata la più debole registrata dall’indagine da agosto 2020, e prova ulteriormente che i vincoli sulla catena di distribuzione, molto comuni durante la pandemia, stanno continuando a ridursi.

 

Scrivi una replica

News

Eurozona, peggiorano le aspettative di inflazione. Il sondaggio della BCE

Secondo l’ultimo sondaggio condotto dalla Banca Centrale Europea (Risultati dell’indagine della BCE sulle aspettative dei consumatori) su un campione di 19 mila adulti di undici…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, confermata la recessione a fine 2023

L’istituto federale di statistica Destatis ha confermato la recessione dell’economia tedesca alla fine del 2023. Nel IV trimestre, infatti, il Prodotto Interno Lordo della Germania…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurozona, Lagarde: «Le politiche monetarie della Bce sono dipendenti solo dai dati»

«La BCE è indipendente e determinata a continuare a essere indipendente e dipendente dai dati nella valutazione che facciamo e nella politica di decisione che…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ex Ilva, Meloni: «Il governo non intende nazionalizzarla»

L’intento del governo non è «statalizzare l’Ilva, credo che ci sia margine per trovare investitori che abbiano interesse a far viaggiare la società. Vorrei fare…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia