Ucraina, bombardamenti russi nella notte. Allerta Aiea a Zaporizhzhia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ucraina, bombardamenti russi nella notte. Allerta Aiea a Zaporizhzhia

Ammonta ad almeno 11 vittime e 22 feriti il bilancio dei bombardamenti russi in Ucraina avvenuti tra la notte e le prime ore della mattina, secondo quanto hanno affermato le autorità regionali citate dai media internazionali. L’attacco è stato imponente e le forze armate di Kiev hanno riferito che «sei degli 81 missili lanciati dalle forze russe erano gli ipersonici Kinzhal». Il ministro della Difesa russo, Sergei Shoigu, ha poi spiegato che nell’attacco sono state colpite diverse infrastrutture ucraine, come rappresaglia agli «attacchi terroristici» di Kiev nella regione di Bryansk, compiuti la scorsa settimana. «Armi di alta precisione a lungo raggio lanciate dall’aria, dal mare e da terra, compresi i missili ipersonici Kinzhal, hanno colpito obiettivi cruciali delle infrastrutture militari, imprese del complesso militare-industriale e strutture energetiche che le alimentano», ha spiegato Shoigu, citato dall’agenzia Ria Novosti. «Il nemico – è stato invece il commento del presidente ucraino Volodymyr Zelensky su Telegram – ha sparato 81 missili, cercando di intimidire di nuovo gli ucraini, tornando alle sue patetiche tattiche. Gli occupanti possono solo terrorizzare i civili. È tutto ciò che possono fare, ma non li aiuterà. Non sfuggiranno alla responsabilità per tutto ciò che hanno fatto». Il direttore generale dell’Aiea, Rafael Grossi, ha invece messo in guardia contro i rischi legati alle ripetute interruzioni di corrente nella centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia: durante i bombardamenti è rimasta senza corrente e sono stati attivati generatori diesel di emergenza per garantire l’alimentazione minima della centrale.

 

Scrivi una replica

News

Eurozona, peggiorano le aspettative di inflazione. Il sondaggio della BCE

Secondo l’ultimo sondaggio condotto dalla Banca Centrale Europea (Risultati dell’indagine della BCE sulle aspettative dei consumatori) su un campione di 19 mila adulti di undici…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, confermata la recessione a fine 2023

L’istituto federale di statistica Destatis ha confermato la recessione dell’economia tedesca alla fine del 2023. Nel IV trimestre, infatti, il Prodotto Interno Lordo della Germania…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurozona, Lagarde: «Le politiche monetarie della Bce sono dipendenti solo dai dati»

«La BCE è indipendente e determinata a continuare a essere indipendente e dipendente dai dati nella valutazione che facciamo e nella politica di decisione che…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ex Ilva, Meloni: «Il governo non intende nazionalizzarla»

L’intento del governo non è «statalizzare l’Ilva, credo che ci sia margine per trovare investitori che abbiano interesse a far viaggiare la società. Vorrei fare…

23 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia