Cresce la fiducia di consumatori e imprese ad aprile | T-Mag | il magazine di Tecnè

Cresce la fiducia di consumatori e imprese ad aprile

Per quanto riguarda le imprese continua ad aumentare per il secondo mese consecutivo tornando sul livello di luglio 2022, il valore più elevato negli ultimi dieci mesi

di Redazione

Ad aprile 2023, l’Istat stima un aumento sia dell’indice del clima di fiducia dei consumatori (da 105,1 a 105,5), sia dell’indice composito del clima di fiducia delle imprese che passa da 110,1 a 110,5. Le serie componenti l’indice di fiducia dei consumatori – prosegue l’Istat – evidenziano variazioni eterogenee così sintetizzate dai quattro indicatori calcolati a partire dalle stesse: il clima economico e quello corrente aumentano passando, rispettivamente, da 117,4 a 119 e da 99,5 a 100,2; il clima personale rimane sostanzialmente stabile (da 101 a 100,9), mentre il clima futuro diminuisce da 113,5 a 113,3.

Photo by Josh Beech on Unsplash

Con riferimento alle imprese, aggiunge l’Istituto nazionale di statistica, il clima di fiducia migliora nei servizi di mercato (da 103,9 a 105,5), grazie al contributo positivo dei servizi turistici e dei servizi alle imprese e anche nelle costruzioni (da 159,1 a 164,2), dove la crescita è sostenuta principalmente dal settore della costruzione di edifici. Nella manifattura l’indice è stimato in diminuzione (da 104,1 a 103,0); la dinamica negativa è diffusa a tutti i principali raggruppamenti di industrie (beni di consumo, intermedi e strumentali). Anche nel commercio al dettaglio si evidenzia un peggioramento del clima di fiducia (l’indice passa da 115,7 a 113) dovuto quasi esclusivamente all’evoluzione negativa della fiducia nella distribuzione tradizionale. In relazione alle componenti degli indici di fiducia, nelle costruzioni tutte le variabili registrano un andamento positivo mentre nei servizi di mercato opinioni sull’andamento degli affari e aspettative sugli ordini in miglioramento si uniscono a giudizi sugli ordini in peggioramento. Nella manifattura e nel commercio al dettaglio tutte le componenti si deteriorano.

«Il clima di fiducia delle imprese – è il commento dell’Istat che accompagna la nota – continua ad aumentare per il secondo mese consecutivo tornando sul livello di luglio 2022, il valore più elevato negli ultimi dieci mesi. L’aumento dell’indice registrato ad aprile è la sintesi di valutazioni settoriali piuttosto eterogenee: in miglioramento nei servizi di mercato e nelle costruzioni e in diminuzione nella manifattura e nel commercio al dettaglio. Il clima di fiducia dei consumatori cresce per il terzo mese consecutivo e raggiunge il valore massimo da marzo 2022. La dinamica positiva dell’indice riflette il miglioramento dei giudizi sulla situazione economica generale e su quella corrente mentre le opinioni sul quadro personale e futuro sono improntate alla cautela».

 

Scrivi una replica

News

Russia, Mosca ha riconosciuto la responsabilità dello Stato islamico nell’attentato al Crocus City Hall di Mosca

Per la prima volta, la Russia ha riconosciuto al responsabilità del gruppo terrorista Stato islamico nell’attacco al Crocus City Hall di Mosca, costato la vita…

24 Mag 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

L’Aja ordina a Israele di sospendere le operazioni a Rafah

La Corte suprema internazionale di Giustizia ha ordinato ad Israele di sospendere le operazioni militari a Rafah, nella Striscia di Gaza. Un ordine che Tel…

24 Mag 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Zelensky potrebbe partecipare al G7 in Italia

Il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, potrebbe partecipare al G7 a Roma, dopo aver preso parte alla commemorazione del D-Day del mese prossimo, in Francia. Lo…

24 Mag 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurispes: «Il 57,4% della popolazione arriva a fine mese tra grandi difficoltà»

Rispetto al 2023, alcuni indicatori sulla situazione economica delle famiglie hanno registrato un timido miglioramento, nonostante ciò il 57,4% della popolazione arriva a fine mese…

24 Mag 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia