G20, rallenta il commercio: giù import ed export | T-Mag | il magazine di Tecnè

G20, rallenta il commercio: giù import ed export

L’analisi dell’OCSE segnala rallentamenti, legati prevalentemente all’indebolimento della domanda globale

di Redazione

Nel secondo trimestre dell’anno, i flussi commerciali dell’area del G20 hanno mostrato segni di rallentamento, con una contrazione sia delle esportazioni che delle importazioni di merci. Secondo i dati rilasciati dall’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE), a guidare la performance sono stati una serie di fattori, tra cui la debole domanda globale e la diminuzione dei prezzi delle materie prime, soprattutto dell’energia.

In particolare, le esportazioni complessive del G20 hanno subito una decrescita del 3,1% nel secondo trimestre, un significativo calo rispetto all’aumento del 2,2% registrato nei tre mesi precedenti. Allo stesso modo, le importazioni sono diminuite del 2%, aggiungendosi al -1,1% nel trimestre precedente.

Gli Stati Uniti hanno visto una contrazione delle esportazioni del 5,7% e delle importazioni del 2%. Nel Canada, le esportazioni sono diminuite del 3,7%, mentre le importazioni sono rimaste stabili. All’interno dell’Unione Europea, l’andamento delle esportazioni è stato variegato: mentre la Germania ha registrato una leggera contrazione dello 0,1%, l’Italia ha subito una diminuzione più marcata del 0,7%, segnando un’importante inversione rispetto all’incremento del 4,7% nel primo trimestre. Al contrario, la Francia ha continuato a vedere crescere le sue esportazioni, seppur a un ritmo più lento (+2,7%).

Per quanto riguarda l’import, all’interno dell’Unione Europea si è registrata una contrazione dell’1,2%, principalmente a causa del ribasso dei prezzi dell’energia. Più nel dettaglio, l’Italia ha registrato un calo dell’1,7% (rispetto a un -2,6% nel trimestre precedente), la Germania dell’0,9%, mentre la Francia ha riportato un aumento dello 0,6%. Il Regno Unito ha rappresentato un’eccezione positiva in questo contesto, con un aumento del 2,1% nelle esportazioni trainato dalle vendite di macchinari e mezzi di trasporto, mentre le importazioni sono cresciute del 3,9%.

 

Scrivi una replica

News

Ucraina, Putin: «Pronti a negoziare, ma Kiev deve ritirarsi da Donetsk, Lugansk, Zaporizhzhia e Kherson e non aderire alla Nato»

Mosca è pronta a negoziare, ad oltre due anni di distanza dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina. Lo ha detto il leader del Cremlino, Vladimir Putin, in un…

14 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Giornalismo, online almeno circa mille siti con notizie fake generate dall’IA

Circa mille. Tanti sono i siti di news e informazioni inaffidabili generate con l’utilizzo dell’Intelligenza artificiale. Lo denuncia NewsGuard, un’organizzazione che realizza dei monitoraggi sulla…

14 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, Le Pen: «Faremo un governo di unità nazionale»

Il Rassemblement National creerà «un governo di unità nazionale», in caso di vittoria alle elezioni legislative francesi del 30 giugno. Lo ha detto Marine Le…

14 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Putin: «I congelamenti dei capitali russi in Occidente sono un furto»

«I congelamento dei capitali russi in Occidente è “un furto” che non rimarrà impunito». Lo ha affermato il presidente russo Vladimir Putin parlando al ministero degli…

14 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia