Corruzione, Italia al quarantaduesimo posto nella classifica di Transparency International | T-Mag | il magazine di Tecnè

Corruzione, Italia al quarantaduesimo posto nella classifica di Transparency International

Quarantaduesimo posto. Questo il gradino occupato dall’Italia della graduatoria di Transparency International che classifica i Paesi – sono 180 quelli presi in considerazione, ogni anno – in base alla percezione della corruzione. Se si considerano invece solo i Paesi membri dell’Unione europea, l’Italia si piazza al diciassettesimo posto su 27. Le carenze normative sul conflitto di interessi nei rapporti tra pubblico e privato, la mancanza di una disciplina in materia di lobbying ed la recente soppressione del registro dei titolari effettivi per arginare il fenomeno dell’anti-riciclaggio sono, secondo Transparency International, i fattori che incidono negativamente sulla performance del nostro Paese, che ha ottenuto 56 punti (inciso necessario: il punteggio, calcolato attraverso l’uso di 13 strumenti di analisi e alcuni sondaggi che coinvolgono un campione di esperti, va da 0, alto livello di corruzione percepita, a 100, basso livello di corruzione percepita). In cima alla classifica, troviamo la Danimarca, con 90 punti. A seguire, Finlandia (87 punti), Nuova Zelanda (85), Norvegia (84), Singapore (83), Svezia e Svizzera, entrambi con 82 punti. Somalia (11 punti), Venezuela, Siria e Sud Sudan (13) e lo Yemen (16) occupano invece la coda della classifica.

 

Scrivi una replica

News

Pnrr, Meloni: «Alla sinistra rispondiamo con i fatti»

«Ai catastrofismi di sinistra abbiamo risposto con fatti e risultati». Il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, commenta così la valutazione di medio termine sul Pnrr,…

22 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Tajani: «Non siamo in guerra con Mosca, ma non deve vincere»

«Noi lavoriamo per la pace e impedire che ci sia una vittoria della Russia, noi vogliamo una pace giusta che significa il rispetto del diritto…

22 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Caso Assange, attesa per la decisione dei giudici su estradizione

C’è da attendere ancora un po’ prima di conoscere la decisione dei giudici sulla richiesta di estradizione dal Regno Unito agli Usa del cofondatore di…

22 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Guerra a Gaza, Hamas: «Presto possibili progressi nei negoziati»

Progressi nei negoziati sul cessate il fuoco e la liberazione degli ostaggi potrebbero esserci presto. A sostenerlo è stato Musa Abu Marzouk, numero due dell’ufficio…

22 Feb 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia