Industria, produzione in calo nel mese di aprile | T-Mag | il magazine di Tecnè

Industria, produzione in calo nel mese di aprile

L’Istat registra una diminuzione dell’1% rispetto a marzo. In termini tendenziali la flessione dell’indice complessivo è del 2,9%

di Redazione

Nel mese di aprile, l’Istat stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale diminuisca dell’1% rispetto a marzo. Nella media del periodo febbraio-aprile si registra un calo del livello della produzione dell’1,3% rispetto ai tre mesi precedenti. L’indice destagionalizzato mensile diminuisce su base congiunturale per i beni strumentali (-0,1%), i beni intermedi (-1,2%) e l’energia (-2,1%), mentre i beni di consumo risultano stabili.

Foto di Jon Kline da Pixabay

Al netto degli effetti di calendario, ad aprile 2024 l’indice complessivo – rileva ancora l’Istat – registra una flessione in termini tendenziali del 2,9% (i giorni lavorativi di calendario sono stati 20 contro i 18 di aprile 2023). Flessioni tendenziali caratterizzano tutti i comparti: la riduzione è meno pronunciata per i beni intermedi (-2,1%), mentre risulta più rilevante per i beni strumentali (-3,1%), per l’energia (-3,6%) e i beni di consumo (-3,9%).

I settori di attività economica, aggiunge l’Istituto nazionale di statistica, che registrano gli incrementi tendenziali maggiori sono la produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+4,4%), le industrie alimentari, bevande e tabacco (+2,1%) e la fabbricazione di computer e prodotti di elettronica (+1,4%). Le flessioni più ampie si registrano nelle industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (-13,3%), nella fabbricazione di mezzi di trasporto (-9,3%) e nella fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-8,1%).

«Ad aprile – è il commento dell’Istat che accompagna la nota – si rileva, per il secondo mese consecutivo, una diminuzione congiunturale dell’indice destagionalizzato della produzione industriale. Risulta in flessione anche l’andamento congiunturale complessivo nella media degli ultimi tre mesi. Il calo su base mensile si estende anche ai principali comparti, ad eccezione dei beni di consumo che risultano stabili. In termini tendenziali prosegue la contrazione dell’indice corretto per gli effetti di calendario, che presenta segno negativo per il quindicesimo mese consecutivo. La riduzione su base annua registrata ad aprile interessa tutti i principali raggruppamenti di industrie».

 

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, inflazione CPI sotto le stime a maggio: 3,3%

A maggio l’inflazione CPI statunitense ha rallentato dal 3,4% al 3,3%. Rispetto al mese precedente l’indice dei prezzi al consumo è rimasto stabile, dopo il…

12 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Concommercio: in undici anni chiuso un negozio ogni quattro

Nell’arco degli ultimi undici anni ha chiuso i battenti il 25% dei negozi italiani. È quanto ricordato dal presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, nel corso…

12 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ortofrutta, export italiano su dell’1,6% nel I trimestre

Nel primo trimestre del 2024 l’ufficio studi di Fruitimpresa ha registrato un aumento dell’1,6% in volume delle esportazioni di prodotti ortofrutticoli italiani (+2,5% in valore)…

12 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Dazi su auto elettriche, la Cina: «Difenderemo diritti delle nostre imprese»

La Cina «adotterà risolutamente tutte le misure necessarie per difendere con fermezza i diritti e gli interessi legittimi delle aziende cinesi». Cos’ il ministero del…

12 Giu 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia